Il fratello (o la sorella) maggiore è più intelligente: lo conferma studio scientifico

Secondo un recente studio condotto nel Regno Unito, Stati Uniti e Germania, in cui 20.000 persone hanno partecipato, c’è una relazione tra alcuni tratti della personalità e della salute e l’ordine in cui sei nato.  I risultati della ricerca sembrano mostrare che gli stereotipi più classici riguardanti i fratelli più grandi e quelli più giovani non sono così lineari come pensiamo. Ad esempio, non è stato dimostrato che i più piccoli sono i più indisciplinati o i più grandi fan degli standard. Tuttavia, secondo il sondaggio, ci sono alcune relazioni impressionanti in termini di intelligenza, salute e sessualità.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il fratello maggiore o la sorella, a quanto pare, tende sempre ad essere più intelligente dei più piccoli. Hanno migliori capacità di comprendere problemi complessi o idee astratte e gestiscono anche un vocabolario migliore e più completo. Gli scienziati non hanno ancora una risposta definitiva sulla causa di questo modello, anche se ritengono che sia una questione di status. Cioè, il posto che occupa il fratello maggiore o la sorella all’interno della famiglia è ciò che determina che sviluppano una maggiore intelligenza rispetto ai loro fratelli. Non sarebbe, quindi, un problema biologico.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Da parte loro, i fratelli più piccoli hanno anche alcune caratteristiche in comune. Il principale è che tendono ad essere più sani rispetto agli anziani. In parte, questo può essere spiegato perché sviluppano più il loro sistema immunitario, perché i fratelli più grandi si ammalano e vanno a casa. Anche se in linea di principio può sembrare una cosa negativa, essendo più esposti a diversi tipi di malattie e da quelle più piccole, i fratelli più giovani finiscono per diventare più forti e immuni da certe malattie.  Anche i cambiamenti nell’utero materno dopo la prima gravidanza possono influenzare questa caratteristica.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Infine, anche se sembra sorprendente, i fratelli più giovani tendono più all’omosessualità che ai più grandi, specialmente nei maschi. Le cause non sono spiegate molto bene, ma la relazione è abbastanza marcata. Può anche essere, in realtà, che i bambini si sentano più liberi di esprimere la propria sessualità. Sebbene lo studio sia stato molto ampio e completo, è il secondo da fare in questa linea, per la quale c’è ancora molto da sapere e non è possibile trarre conclusioni precise. Tratti come l’intelligenza e la sessualità sono determinati da una serie di fattori interconnessi e non possono essere completamente ridotti all’ordine di nascita. Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel)