Coronavirus, studio mette in discussione la distanza di sicurezza

Come riportano anche fonti giornalistiche telematiche italiane, uno studio scientifico cinese avrebbe consentito ad alcuni ricercatori di mettere in discussione le norme sulle distanze minime di sicurezza per evitare il contagio da nuovo Coronavirus SARS-Cov-2 (Covid-19):

lo studio ha preso in considerazione un uomo contagiato dal virus – identificato come “A” – e salito su di un autobus. Attraverso l’analisi delle immagini di videosorveglianza (obbligatorie sui mezzi pubblici cinesi) i ricercatori hanno scoperto che ben 7 persone sedute all’interno del mezzo sono risultate poi positive al virus nonostante “A” fosse distante da loro a circa 4,5 metri di distanza. Il viaggio sarebbe durato circa 4 ore, il tempo per il virus di posarsi all’interno dal mezzo e finire anche nei polmoni altrui. La teoria, quindi, è che il contagiato iniziale – che manifestava già sintomi della malattia – sia riuscito a contagiare altri passeggeri pur mantenendo una certa distanza. Circa mezz’ora dopo la fine della corsa, un altro gruppo di persone è salito sull’autobus:

- Prosegue dopo la pubblicità -

stando a quanto riferito, uno di loro che non indossava la mascherina è rimasto contagiato. Le conclusioni delle osservazioni è che il soggetto possa essere rimasto contagiato a causa di particelle inalate dal gruppo di passeggeri seduti in precedenza. Altre informazioni parlano poi della resistenza del virus: il SARS-Cov-2 sarebbe capace di sopravvivere sino a 37 gradi centigradi, il virus può resistere fino a due o tre giorni, su vetro, metallo, plastica, carta e tessuti. Lo dichiarano gli epidemiologi della provincia dello Hunan dopo le indagini su un cluster di contagi. “Si può confermare che in un ambiente chiuso con aria condizionata, la distanza di trasmissione del nuovo coronavirus eccederà la comunemente riconosciuta distanza sicura”, scrivono gli studiosi guidati dall’epidemiologo Hu Shixiong, in un paper pubblicato dalla rivista scientifica Practical Preventive Medicine. Importante risulta comunque tener presente che lo studio è preliminare e non definitivo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.