Addestramento sperimentale: cani per riconoscere malati di covid-19, cancro, malaria e Parkinson attraverso il fiuto della sudorazione modificata dei pazienti affetti

Cani di rilevamento medico appositamente addestrati potrebbero rivelarsi la soluzione alla crisi in mancanza di test che molti paesi devono affrontare durante la pandemia di coronavirus. I cani sono in grado di annusare test su 750 persone l’ora, secondo il capo di un’associazione senza scopo di lucro che addestra cani medici. Il potenziale per i cani di rispondere alla pandemia di coronavirus viene esplorato dalla London School of Hygiene and Tropical Medicine (LSHTM), dall’Università di Durham e dall’organizzazione Medical Detection Dogs:

LSHTM ha pubblicato un comunicato stampa alla fine di marzo che descrive il progetto sperimentale, che sta cercando di stabilire se i cani possono rilevare in modo affidabile COVID-19 nel modo in cui possono altre malattie. Hanno in programma di addestrare sei cani se le prove iniziali avranno successo, secondo un rapporto del 17 aprile del tabloid del Daily Mirror britannico . L’addestramento prevede che i cani ricevano le maschere facciali dei pazienti con coronavirus. La tesi è basata sul fatto che l’odore della sudorazione dei pazienti ammalati sia leggermente differente rispetto ad un soggetto sano. Differenza che basterebbe per i cani addestrati a riconoscere un contagiato:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ci vorranno diverse settimane di sperimentazione prima di sapere se i cani sono in grado di identificare il coronavirus. James Logan, capo del dipartimento di controllo delle malattie dell’LSHTM, ha dichiarato: “È presto per il rilevamento degli odori COVID-19. Non sappiamo ancora se COVID-19 ha un odore specifico, ma sappiamo che altre malattie respiratorie cambiano il nostro odore del corpo, quindi c’è una possibilità che lo facciano correttamente. E se lo fanno, i cani saranno in grado di rilevarlo. Questo nuovo strumento diagnostico potrebbe rivoluzionare la nostra risposta a COVID-19.”

- Prosegue dopo la pubblicità -

I cani di rilevazione medica sono già utilizzati per aiutare lo screening per una serie di condizioni tra cui il cancro, la malaria e il Parkinson. Claire Guest, CEO dell’ente benefico Medical Detection Dogs, ha detto al Mirror: “Ci sono già stati così tanti risultati fantastici nel lavoro dei cani per rilevare le malattie umane, e credo che possano essere addestrati per fiutare COVID-19. Quando le risorse e i kit di test sono scarsi, centinaia di persone non possono essere testate in una volta sola. Ma i cani possono schermare fino a 750 persone molto rapidamente. Identificando coloro che devono essere testati e autoisolati, possono potenzialmente aiutarci a fermare la diffusione del virus.”

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.