Press "Enter" to skip to content

Covid-19, OMS conferma: mortalità non supera 4% dei contagiati, 80% guarisce senza sintomi

A distanza di alcuni mesi dall’emergenza sanitaria scatenata dalla pandemia globale causata dalla diffusione del Virus Sars-CoV-2, anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità conferma – al momento – i dati statistici riguardanti la percentuale di mortalità dei contagiati dal nuovo Coronavirus e degli asintomatici:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Mentre l’epidemia di COVID-19 continua a evolversi, i confronti sono stati attratti dall’influenza. Entrambi causano malattie respiratorie, ma ci sono importanti differenze tra i due virus e come si diffondono. Ciò ha importanti implicazioni per le misure di sanità pubblica che possono essere implementate per rispondere a ciascun virus” – si legge in un rapporto pubblicato dalla World Health Organization (WHO) che aggiunge delle Faq molto interessanti:

- Prosegue dopo la pubblicità -
In che modo COVID-19 e i virus dell’influenza sono simili? In primo luogo, i virus COVID-19 e l’influenza hanno una presentazione simile della malattia. Cioè, entrambi causano malattie respiratorie, che presentano una vasta gamma di malattie da asintomatiche o lievi a gravi malattie e morte. In secondo luogo, entrambi i virus vengono trasmessi per contatto, goccioline e fomiti. Di conseguenza, le stesse misure di sanità pubblica, come l’igiene delle mani e la buona etichetta respiratoria (tosse nel gomito o in un tessuto e smaltimento immediato del tessuto), sono azioni importanti che tutti possono adottare per prevenire l’infezione” – si legge sul sito ufficiale dell’organizzazione. Ma andiamo ai dati:

In che cosa differiscono COVID-19 e i virus dell’influenza? – La velocità di trasmissione è un importante punto di differenza tra i due virus. L’influenza ha un periodo mediano di incubazione più breve (il tempo dall’infezione alla comparsa dei sintomi) e un intervallo seriale più breve (il tempo tra i casi successivi) rispetto al virus COVID-19. L’intervallo seriale per il virus COVID-19 è stimato in 5-6 giorni, mentre per il virus dell’influenza, l’intervallo seriale è di 3 giorni. Ciò significa che l’influenza può diffondersi più velocemente di COVID-19.  Inoltre, la trasmissione nei primi 3-5 giorni di malattia, o la trasmissione potenzialmente pre-sintomatica – trasmissione del virus prima della comparsa dei sintomi – è un importante fattore di trasmissione dell’influenza. Al contrario, mentre stiamo imparando che ci sono persone che possono liberarsi del virus COVID-19 24-48 ore prima dell’insorgenza dei sintomi, al momento, questo non sembra essere un importante fattore di trasmissione.  Il numero riproduttivo – il numero di infezioni secondarie generate da un individuo infetto – è compreso tra 2 e 2,5 per il virus COVID-19, superiore a quello per l’influenza. Tuttavia, le stime sia per COVID-19 che per i virus dell’influenza sono molto contestuali e specifiche del tempo, rendendo più difficili i confronti diretti.   I bambini sono importanti motori della trasmissione del virus dell’influenza nella comunità. Per il virus COVID-19, i dati iniziali indicano che i bambini sono meno colpiti rispetto agli adulti e che i tassi di attacco clinico nella fascia di età 0-19 anni sono bassi. Ulteriori dati preliminari dagli studi sulla trasmissione delle famiglie in Cina suggeriscono che i bambini sono infetti dagli adulti, piuttosto che viceversa” – si legge ancora sul sito della OMS che rivela poi le percentuali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Mentre la gamma di sintomi per i due virus è simile, la frazione con malattia grave sembra essere diversa. Per COVID-19, i dati fino ad oggi suggeriscono che l’80% delle infezioni è lieve o asintomatico, il 15% è grave, richiede ossigeno e il 5% è critico, richiede ventilazione. Queste frazioni di infezione grave e critica sarebbero superiori a quanto osservato per l’infezione influenzale. Quelli più a rischio di grave infezione da influenza sono i bambini, le donne in gravidanza, gli anziani, quelli con patologie croniche sottostanti e quelli che sono immunodepressi. Per COVID-19, la nostra attuale comprensione è che l’età avanzata e le condizioni sottostanti aumentano il rischio di infezione grave. La mortalità per COVID-19 sembra superiore a quella dell’influenza, in particolare dell’influenza stagionale. Mentre la vera mortalità di COVID-19 richiederà del tempo per comprendere appieno, i dati che abbiamo finora indicano che il rapporto di mortalità cruda (il numero di decessi riportati diviso per i casi segnalati) è compreso tra 3-4%, mortalità per infezione il tasso (il numero di decessi segnalati diviso per il numero di infezioni) sarà inferiore. Per l’influenza stagionale, la mortalità è di solito ben al di sotto dello 0,1%. Tuttavia, la mortalità è in larga misura determinata dall’accesso e dalla qualità dell’assistenza sanitaria.  Quali interventi medici sono disponibili per COVID-19 e virus influenzali? – Mentre ci sono un certo numero di terapie attualmente in fase di sperimentazione clinica in Cina e più di 20 vaccini in fase di sviluppo per COVID-19, attualmente non esistono vaccini o terapie autorizzati per COVID-19. Al contrario, antivirali e vaccini disponibili per l’influenza. Sebbene il vaccino antinfluenzale non sia efficace contro il virus COVID-19, si raccomanda vivamente di vaccinarsi ogni anno per prevenire l’infezione influenzale” – concludono. Il sito World Meters – creato da esperti informatici per la raccolta di dati statistici dalle varie fonti ufficiali internazionali – inoltre, attesta la mortalità del virus ad un indice del 3,4% dei contagiati attraverso un proprio rapporto pubblicato online. Opportuno risulta inoltre ricordare che i dati pubblicati in questi mesi necessiteranno di ulteriori verifiche sulle cause di morte dei deceduti poiché buona parte di essi (ma non tutti) affetti da altre patologie pregresse. Inizialmente, la previsione iniziale si aggirava al 2% dei contagiati. Fonti:

https://www.who.int/news-room/q-a-detail/q-a-similarities-and-differences-covid-19-and-influenza#:~:text=Mortality%20for%20COVID%2D19,quality%20of%20health%20care.

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.worldometers.info/coronavirus/coronavirus-death-rate/

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.