Press "Enter" to skip to content

Insetti dal colore iridescente trovati nell’ambra del Cretaceo di 99 milioni di anni – le foto

Gli insetti intrappolati nell’ambra quando i dinosauri erano in ascesa mostravano una bella colorazione iridescente – gli scienziati della National Natural Science Foundation della Cina hanno riportato in Atti della Royal Society B nel periodo estivo del 2020:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Gli scienziati, guidati da Cai Chenyang, professore associato presso l’Istituto di geologia e paleontologia di Nanchino dell’Accademia cinese delle scienze, hanno studiato 35 pezzi di ambra con insetti estratti nel Myanmar settentrionale. La zona è diventata una ricca fonte di vita preistorica intrappolata nella resina che gocciola dalle conifere nella foresta pluviale tropicale preistorica, riferiscono. Gli insetti iridescenti risalgono alla metà del Cretaceo, circa 99 milioni di annifa. Gli esemplari includono vespe con colori bluastro-verdi, verde-giallastro, blu-violacei o verdi sulla testa, sul torace, sull’addome e sulle gambe – più o meno come le vespe de cuculoesistenti oggi (conosciute anche con il nome di vespa verde smeraldo), dice Cai. Le vespe del cuculo hanno guadagnato il loro nome essendo parassite:
depongono le loro uova nei nidi ospiti (come gli alveari delle api). Le loro larve mangiano le larve dell’ospite e quando hanno finito, mangiano il cibo che l’ospite inconsapevole fornisce ai suoi giovani deceduti. Almeno sono stupendi. Gli scienziati hanno anche scoperto coleotteri blu e viola e una mosca metallica verde scuro metallizzata. Che tu possa sopportare o meno gli insetti, questi reperti fossili sono bellissimi:

Le precedenti sbirciate nel passato offerte dall’ambra includono una coda di dinosauro piumata (un dinosauro molto piccolo), una rana bambino , scorpioni , un ragno catturato attaccando una vespa e una pulce con la peste. Ma la conservazione del colore in quelli appena segnalati è incredibilmente rara. In che modo questi bug hanno mantenuto il loro colore per 99 milioni di anni mentre altri esemplari hanno perso la loro tonalità durante il processo di colorazione dell’ambra? Perché le molecole di colore erano parte integrante dell’esoscheletro degli insetti. Video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Il tipo di colore conservato nei fossili di ambra si chiama colore strutturale. È causata dalla struttura microscopica della superficie dell’animale ”, spiega il prof. Pan Yanhong del Nanjing Institute, specialista nella ricostruzione del paleocolor, a seguito dell’analisi al microscopio elettronico. “La nanostruttura di superficie disperde la luce di lunghezze d’onda specifiche e produce colori molto intensi. Questo meccanismo è responsabile di molti dei colori che conosciamo dalla nostra vita quotidiana. ” La colorazione strutturale può servire per mimetizzare, termoregolare o attirare compagni. Apparentemente alcune cose non cambiano mai.

Credit: NIGPAS
Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.