Press "Enter" to skip to content

Video mostra la cometa NEOWISE osservata dallo Spazio a bordo della ISS, tornerà fra 6.768 anni

Nell’oscurità della notte orbitale dello scorso 5 luglio 2020, un astronauta della NASA si avvicinò a una finestra della Stazione Spaziale Internazionale, guardò verso l’arto della Terra e attese pazientemente uno spettacolo cosmico:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Mentre la stazione spaziale si spostava sul Medio Oriente, la cometa NEOWISE, scoperta di recente,  e le sue code luminose gemelle si innalzavano sopra l’orizzonte che si apriva. Quindi – quasi con la stessa rapidità con cui apparve la roccia spaziale che sputava polvere e gas – svanì nel bagliore accecante del Sole. Proprio prima che sorgesse il Sole, quella cometa divenne visibile in quel breve periodo in cui era ancora vicino al Sole, ma il Sole era ancora nascosto dalla Terra”, l’astronauta della NASA  Bob Behnken , che ha  recentemente lanciato  alla ISS a bordo della nuova navicella spaziale Crew Dragon di SpaceX, ha dichiarato il  podcast di The Daily del New York Times  dall’orbita il 7 luglio. “È stato semplicemente uno spettacolo fantastico poter vedere.” Link al video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fortunatamente per tutti noi, non dobbiamo  rischiare che le nostre vite  schizzino nello spazio per vedere una scena del genere, o nemmeno immaginarlo: Behnken e i suoi colleghi hanno registrato centinaia di fotografie, che l’artista grafico con sede nel Regno Unito  Seán Doran (che elabora regolarmente immagini di agenzie spaziali) ha scaricato da un  archivio di immagini della NASA  e poi modificato creando film  mozzafiato time-lapse  (sopra). Prendi una bibita fresca, spegni le luci, spogliati, mettiti comodo e mettilo sul grande televisore”, ha twittato Doran.

Sebbene Doran abbia inizialmente condiviso una versione del video accelerata quattro volte, in seguito ha caricato un video 4K ad altissima definizione sul suo  canale YouTube  che mostra la sequenza in tempo reale. La sequenza consiste in 550 foto a lunga esposizione scattate in sette minuti, ha detto Doran a Business Insider in una e-mail. Normalmente, ciò fornirebbe solo 18 secondi di video, quindi ha interpolato le immagini per riempire i fotogrammi, uniformare la sequenza e creare un’esperienza di riproduzione senza interruzioni. Questo risultato dà agli spettatori del film la sensazione di essere a bordo della stazione spaziale mentre vola a 250 miglia (400 chilometri) sopra la Terra ad una velocità di 17.500 mph (28.000 km / h) e vede salire una cometa. Gli scienziati che gestiscono un telescopio della NASA chiamato Wide-field Infrared Survey Explorer, o WISE, hanno scoperto la cometa il 27 marzo. Formalmente nota come C / 2020 F3, la cometa si chiama Comet NEOWISE dopo la nuova missione del telescopio per trovare  oggetti potenzialmente vicini alla Terra o NEO. Il 3 luglio, la cometa NEOWISE oscillò verso il sole circa 10 milioni di miglia più vicina all’orbita di Mercurio. Lungo la strada, la sfera di ghiaccio di 3 miglia (5 chilometri) si è riscaldata abbastanza da spruzzare due code, una fatta di gas e l’altra polvere, che si estendono nello spazio per milioni di miglia.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La cometa dovrebbe avvicinarsi alla Terra il 23 luglio 2020, quando sarà a circa 64 milioni di miglia di distanza, secondo i  calcoli della JPL della NASA . Gli astronomi si aspettano che sia visibile ad occhio nudo in una notte buia fino ai primi di agosto. Ma la cometa NEOWISE non si attacca, né farà ritorno nelle nostre vite: l’oggetto sta ingrandendo verso le frange esterne del nostro Sistema Solare e non tornerà al Sistema Solare interno per circa 6.768 anni. Per vedere tu stesso la cometa, svegliati prima dell’alba e guarda verso il cielo vicino all’orizzonte. Da martedì a domenica, tuttavia,  riferisce Space.com , la cometa avrà il suo miglior “prime time” ore di visione la sera circa 80 minuti dopo il tramonto. Lunedì, diversi astronomi dilettanti hanno  riferito che  la cometa  potrebbe  frammentarsi o rompersi, il che non è insolito per una roccia tenuta insieme da gas congelati, polvere e sabbia. I ricercatori contattati da Business Insider hanno smentito questa idea, tuttavia, dicendo che il montaggio del telescopio o errori di fotografia hanno portato a quella che sembra (ma non è) una cometa frammentata. Ho visto una foto scattata poche ore fa … e la cometa sembra in salute“, ha detto  Quanzhi Ye , un astronomo dell’Università del Maryland, in un’e-mail di lunedì. “Quindi no, nessuna chiara prova che la cometa si sta frammentando, per quanto ne so.”

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.