Press "Enter" to skip to content

Un sistema che purifica l’acqua piovana usando l’energia solare

Un dispositivo che utilizza i raggi del Sole per rendere potabile l’acqua piovana. Questa è la proposta della brasiliana Anna Luisa Santos che ha creato la tecnologia Aqualuz, vincitrice del premio Young Champions of the Earth 2019. Il premio viene assegnato ogni anno dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) e riconosce le iniziative delle persone tra i 18 e i 30 anni:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nelle aree rurali, dove l’accesso all’acqua è precario e la mancanza di servizi igienici è consuetudine, è comune per i residenti usare le cisterne per catturare l’acqua che cade dal cielo. Ma per avere la totale garanzia che quest’acqua non avrà contaminanti, è necessario cercare soluzioni intelligenti e questo è ciò che ha fatto Anna Luisa durante la creazione di Aqualuz: un sistema di purificazione e disinfezione dell’acqua attraverso le radiazioni solari. Il dispositivo ha un indicatore che cambia colore quando il liquido è sicuro per il consumo. Il sistema è economico e di facile manutenzione. Basta pulire con acqua e sapone e sostituire il filtro naturale – con lo stock di ricarica già fornito – sarà pronto per il riutilizzo. Inoltre, ha una durata stimata di circa 15 anni (e può durare fino a 20 anni) senza richiedere interventi esterni. Considerando tutto ciò, vale l’investimento: il dispositivo costa circa 480 dollari:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Il mio scopo è quello di portare il diritto fondamentale all’acqua potabile nelle comunità povere delle aree rurali”, afferma Anna Luisa. “Vogliamo aiutare a migliorare la vita delle persone e salvarle.” Il progetto di filtro è stato creato durante il programma Academic Working Capital (AWC) del TIM Institute, che supporta l’imprenditoria universitaria. Oltre al supporto finanziario per gli studenti per sviluppare le loro idee e soluzioni, AWC offre assistenza tecnica e aziendale. Anna Luísa faceva parte della classe 2018. “Sarebbe impossibile evolvere così tanto in così poco tempo. Il programma ha aperto porte incredibili e anche dopo la fine del nostro periodo di follow-up ufficiale, continuiamo a ricevere molto supporto. I risultati di oggi sono tutti il ​​risultato della formazione e del sostegno finanziario che abbiamo ricevuto ”, afferma. Anna Luisa, a soli 21 anni, ha vinto il premio in America Latina e nei Caraibi. È una delle sette vincitrici tra partecipanti provenienti da Africa, Nord America, America Latina e Caraibi, Asia e Pacifico, Europa e Asia occidentale. Oltre ai finanziamenti, riceveranno supporto di tutoraggio e comunicazione per espandere i loro sforzi. “Il mondo degli affari ha bisogno di nuove idee e una cultura di startup che devono affrontare sfide ambientali globali“, afferma Markus Steilemann, CEO di Covestro, un’azienda polimerica che sostiene a livello globale il premio. Nel video qui sotto, Anna spiega come funziona la tecnologia:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Oltre alla disinfezione, la società brasiliana, attraverso la startup SDW , fornisce anche un desalinizzatore solare per acqua salata o salmastra, che è stato sviluppato in Paraíba. Chiamato Aquasolina, consiste nel rimuovere i sali disciolti nell’acqua a livelli o concentrazioni che ne consentono l’utilizzo. Il suo funzionamento viene effettuato per mezzo di un distillatore solare, che simula il processo di evaporazione dell’acqua naturale eliminando tutti i sali.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.