Press "Enter" to skip to content

Abbracciano gli alberi durante la quarantena per combattere la solitudine, “benefici per gli esseri umani”

In Islanda, fu lanciata una campagna in cui le persone incoraggiavano tutti ad abbracciare gli alberi per combattere la solitudine nel periodo di quarantena causata dal nuovo coronavirus. Ovviamente, non è come abbracciare una persona, ma in un modo o nell’altro le piante sono esseri viventi e possono giovare alla salute di coloro che entrano in contatto con loro:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.instagram.com/p/B_CRYqTgLnC/?utm_source=ig_embed

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Quando è stata l’ultima volta che hai abbracciato un albero? Lo faccio spesso. Negli ultimi giorni, abbracciare gli alberi è stato l’unico tipo di abbraccio a mia disposizione. Ultimamente, ogni volta che mi abbraccio, scambio energia con l’albero. Mi prendo cura dell’albero, proprio come lo do a Madre Terra. L’albero mi dà amore ed energia vitale. Solo che questa volta la connessione tra noi è diversa. Non è meglio, perché questa è dualità, è solo diversa. Era come se la mia anima e non il mio corpo fisico abbracciasse l’albero. E poi ho capito. Quindi oggi esci e abbraccia un albero. Connettiti con questo bellissimo essere. Chiedi di sentire, chiudi gli occhi e senti. Senza pregiudizi. Sarai sorpreso. ” Ha scritto Ada Komani sul suo account Instagram:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.instagram.com/p/B-9h0cfHve_/?utm_source=ig_embed

E non è l’unica a scambiare energia con gli alberi. Diverse persone hanno risposto a questa chiamata d’amore. Ora, con la distanza sociale, queste idee sono comprese in un altro modo e le persone riconoscono il loro valore. Anche se non cambi il modo in cui gestisci il pianeta, l’abbraccio può servire come momento di riflessione e connessione con Madre Natura. Come riportato dai media del paese, studi condotti negli ultimi anni hanno dimostrato che alcune condizioni possono essere alleviate con questo tipo di terapia. Si parla di contrasto a malattie mentali, depressione, deficit di attenzione o disordine di iperattività, stress e mal di testa. Ovviamente, la raccomandazione non è di andare in parchi o luoghi pubblici. L’idea è di farlo solo se hai un posto privato, in pace e tranquillità. Dicono che con 5 minuti di abbracci noterai già un cambiamento. L’importante è la qualità dell’interazione e la sua disposizione. Ovviamente, sarebbero opportune ulteriori analisi dal punto di vista scientifico per confermare quanto detto ma che è anche vero che la silvoterapia trae origini celtiche e viene riconosciuta in molteplici angoli del mondo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.instagram.com/p/B-mPmnHn7BS/?utm_source=ig_embed

“Appoggio la guancia contro il tronco e sento il calore e le correnti che fluiscono dall’albero verso di me. Lo senti davvero ”, riferisce un ranger del parco islandese. Questo tipo di scambio di energia non è nuovo al mondo, si dice che l’induismo avesse già questa pratica nel 1730, in India.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.