Press "Enter" to skip to content

Il momento in cui la Luna blocca la vista del Sole durante l’osservazione del satellite della NASA – video

La Luna ha rubato la scena al Sole durante il suo transito davanti ad esso. Gli astronomi che osservavano la palla di gas hanno catturato la luna mentre fotografava il loro filmato il 16 ottobre quando è passata tra il Solar Dynamics Observatory della NASA e il sole. Il link al video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il transito è durato circa 50 minuti e al suo apice, la luna copriva il 44% della superficie infuocata. Sebbene la luna abbia interrotto le loro visioni, gli scienziati sono stati in grado di catturare filmati di due regioni del sole che sembrano essere attive a causa dell’avvio del ciclo solare 25. La NASA ha annunciato a settembre che il “ciclo solare 25 è iniziato”, che si verifica quando il sole passa da uno dei suoi cicli di attività di 11 anni a un altro. L’ultimo ciclo solare 25 sembra essere iniziato a dicembre 2019 e gli esperti dicono che raggiungerà il picco nel 2025. Il Solar Dynamics Observatory della NASA ha osservato la massiccia stella luminosa per un decennio, scattandone foto ogni 0,75 secondi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

E l’ultimo set ha catturato la luna durante il suo transito lunare. “Questo apparente attraversamento nello spazio, chiamato transito lunare, è durato circa 50 minuti, tra le 15:05 e le 15:53 ​​ET,” ha condiviso la NASA in una dichiarazione. ‘Al culmine, la Luna copriva circa il 44% del Sole. Durante questo periodo, la Luna ha anche coperto due dei sensori di guida fine della navicella, facendo sì che la sua vista del Sole oscilli leggermente. “La navicella spaziale, chiamata in breve SDO, ha ripreso la sua visuale stabile subito dopo la fine del transito.” Pochi giorni prima che la NASA annunciasse l’inizio del ciclo solare 25, i ricercatori in Europa hanno condiviso uno sguardo ravvicinato di strutture complesse fino a 30 miglia di diametro sulla superficie infuocata del sole:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Pochi giorni prima che la NASA annunciasse l’inizio del ciclo solare 25, i ricercatori in Europa hanno condiviso uno sguardo ravvicinato di strutture complesse fino a 30 miglia di diametro sulla superficie infuocata del Sole

 

Utilizzando il più grande telescopio d’Europa, noto come GREGOR, gli scienziati hanno catturato dettagli sbalorditivi dell’evoluzione delle macchie solari e della complessa progettazione del plasma solare. Queste sono le immagini a più alta risoluzione osservate da un telescopio europeo, che il team attribuisce a nuove ottiche in grado di sondare i campi magnetici, la convezione, le eruzioni solari e le macchie solari della stella massiccia con grande dettaglio, a differenza di prima. Le fotografie mostrano campi magnetici solari rilevati a una lunghezza d’onda di 516 nanometri e macchie solari a 430 nanometri, che secondo gli astronomi è “come se si vedesse un ago su un campo di calcio perfettamente nitido da una distanza di un chilometro”.

In ognuno, il plasma caldo sale nel centro luminoso della cella prima di raffreddarsi e affondare di nuovo nella stella per formare vicoli oscuri che possono essere visti da GREGOR – alcuni lo hanno paragonato all’aspetto dei popcorn

Utilizzando il più grande telescopio d’Europa, noto come GREGOR, gli scienziati hanno catturato dettagli sbalorditivi dell’evoluzione delle macchie solari e della complessa progettazione del plasma solare. Queste sono le immagini a più alta risoluzione osservate da un telescopio europeo, che il team attribuisce a nuove ottiche in grado di sondare i campi magnetici, la convezione, le eruzioni solari e le macchie solari della stella massiccia con grande dettaglio, a differenza di prima. Le fotografie mostrano campi magnetici solari rilevati a una lunghezza d’onda di 516 nanometri e macchie solari a 430 nanometri, che secondo gli astronomi è “come se si vedesse un ago su un campo di calcio perfettamente nitido da una distanza di un chilometro”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.