Cosa sono le nuvole lenticolari? Come si formano?

Source photo embed: Wikipedia.org

Può capitare di vedere formazioni nuvolose lenticolari che ci ricordano come se fossero dischi volanti, lenticchie o lenti a contatto. E che sono davvero spettacolari a seconda dell’ora del giorno in cui le vediamo, raggiungendo i loro livelli più alti di bellezza intorno all’alba o al tramonto. Queste formazioni sono relativamente frequenti nelle zone in cui sono presenti sistemi montuosi. Impareremo, brevemente, alcune domande sulla sua genesi e natura:

Nube lenticulare sui cieli di Dublino (Irlanda, 2016) – (Source link photo embed: Wikipedia.org)

COSA SONO LE NUVOLE LENTICOLARI?
Sono nuvole stazionarie, cioè una volta che si sono formate, difficilmente si spostano dalla loro posizione di genesi, sono statiche. In base alla loro altezza, possiamo classificarli in tre diversi tipi di nuvole:
Cirrocumulo lenticolare (nuvole alte)
Altocumulo lenticolare (nuvole centrali)
Stratocumuli lenticolari (nuvole basse)
La forma più comune è quella dell’altocumulo lenticolare. Questi tipi di nuvole sono nuvole convergenti a forma di lente che gli conferiscono l’aspetto di un UFO. In meteorologia sono classificati nel gruppo delle onde di montagna e sono proprio le catene montuose che rendono possibile la loro formazione, tra gli altri fattori.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Una delle nubi sul vulcano Mayon. (Photo embed: wikipedia.org)

COME SI FORMANO LE NUVOLE LENTICOLARI?
Come già detto, sono necessari diversi fattori perché si verifichi la sua formazione:
Catena montuosa o sistema montuoso
-Flusso d’aria umido che collide perpendicolare alla catena montuosa
-Condizioni di stabilità
-Situazione termica di inversione, in cui l’aria è stratificata a strati
In sintesi, questo sarebbe il meccanismo di formazione di questo tipo di nuvole:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un flusso di aria umida cade perpendicolarmente su una catena montuosa o su un sistema montuoso, per il quale è costretto a salire. Così facendo incontra aria più fredda che favorisce la condensazione di questa massa d’aria (se raggiunge il punto di rugiada) e dà luogo alla formazione di nubi stagnanti sul sistema montuoso. Devono esistere condizioni di stabilità (situazione anticiclonica) perché altrimenti questa condensazione insieme ad una situazione di instabilità potrebbe innescare il meccanismo di convezione (movimento verticale dell’aria) da cui provengono i temporali o altre formazioni nuvolose diverse da quelle che stiamo vivendo.

Nube lenticulare sul ghiaccio dell’Antartide (Photo embed: wikipedia.org)

Con una situazione anticiclonica e in assenza di inversione termica, queste nubi tenderebbero a sciogliersi sottovento della catena montuosa, ma come abbiamo detto le lenticolari richiedono l’istituzione di una precedente situazione di inversione termica, in cui l’atmosfera è stratificata e movimenti d’aria le verticali sono inibite. In quest’ultima situazione, è preferibile che le correnti d’aria siano orizzontali sottovento alla catena montuosa. Queste correnti d’aria, una volta superata la catena montuosa, cercano di ridiscendere sottovento spinte dal forte vento di risalita da bolina, ma quando incontrano una situazione di inversione termica (sottovento) non finiscono di farlo e si generano correnti. Cosi la nuvola lenticolare “rimarrà intrappolata” tra questi movimenti ondulatori orizzontali che modelleranno la nuvola con la caratteristica forma a lenticchia.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: lariojameteo.es

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.