L’alveare intelligente che può prendersi cura di milioni di api, ecco come funziona

Le api sono estremamente importanti per l’equilibrio ecologico del pianeta, essendo responsabili dell’impollinazione di un’enorme varietà di piante, comprese le specie alimentari. Non per niente la Royal Geographical Society di Londra ha dichiarato che le api sono “ gli esseri viventi più importanti del mondo.   Tuttavia, molte specie di api sono minacciate dai cambiamenti climatici, dall’uso di pesticidi, dalle malattie e dalla perdita di habitat. L’estinzione delle api può compromettere il 30% della produzione alimentare nel mondo. Gli apicoltori di Stati Uniti, Europa e Israele possono ora contare su arnie intelligenti per garantire una produzione sicura e sostenibile:

Time Magazine

Beewise è un’azienda israeliana che ha sviluppato grandi apparecchiature che utilizzano l’intelligenza artificiale per monitorare e controllare gli alveari e che possono prendersi cura di fino a 2 milioni di api contemporaneamente. L’attrezzatura pesa circa 1 tonnellata, senza colonie di api ed è lunga 5 metri, larga 2,5 metri e alta 2 metri. Il mega alveare intelligente riduce il Disturbo da Collasso delle Colonie fino all’80%, diminuisce il lavoro manuale del 90% e può aumentare il profitto degli apicoltori del 50%, il tutto prendendosi cura delle api in modo automatizzato. Il controllo avviene tramite un’applicazione che porta tutte le informazioni al produttore. Nella produzione tradizionale, gli apicoltori tengono gli apiari dove sostano le api e, al momento del raccolto, raccolgono i telai con il favo e li portano alla “casa del miele”, dove estraggono il prodotto in ambiente sterile, restituendo i telai dei pettini per l’apiario alla fine del processo:

- Prosegue dopo la pubblicità -
www.israel21c.org

La soluzione creata da Beewise concentra tutte le fasi della produzione del miele in un unico luogo. Gli ingegneri responsabili del progetto sono apicoltori che hanno creato una grande casa delle api che funziona anche come casa del miele. Le api sono monitorate in ogni momento sull’attrezzatura utilizzando l’intelligenza artificiale. La manutenzione utilizza la robotica e tutto può essere controllato da remoto. La crescita delle api è sana, aumenta la produzione di miele e diminuisce l’utilizzo di manodopera umana. L’attrezzatura può essere affittata da apicoltori che mantengono più di mille colonie di api per il valore di US $ 15 (qualcosa circa R $ 80) al mese. A differenza degli apiari convenzionali in cui gli alveari sono relativamente indipendenti, l’apparecchiatura ospita da 24 a 40 alveari. Ma, quando viene rilevato un problema in uno qualsiasi degli alveari o delle scatole, questo pezzo viene isolato e viene prestata ogni cura per risolvere il problema, senza influire sul resto degli alveari. Questa soluzione può essere utilizzata quando eventuali parassiti o sostanze nocive vengono rilevati dal sistema di monitoraggio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Bracci meccanici
Un altro differenziale è il funzionamento completamente automatizzato del mega alveare. Bracci robotici, sensori e altri sistemi meccanici entrano in gioco nello svolgimento di attività che normalmente venivano svolte dall’uomo, come l’applicazione di un pesticida o lo “sciamare” ovvero il controllo da parte degli apicoltori di possibili sovrappopolazioni. La raccolta avviene anche meccanicamente con la rimozione dei telai, l’estrazione del miele e la sostituzione negli alveari. Il tutto senza l’uso del fumo o la manipolazione delle api che spesso sono necessarie quando c’è l’intervento dell’uomo. Con il monitoraggio integrale, l’alveare intelligente identifica la necessità di un’alimentazione complementare, assicurando che le api non lascino il sito. E l’alimentazione complementare è diretta solo alle colonie in cui esiste questa necessità. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Temperatura ottimale
La variazione di temperatura può influire sulla produttività degli alveari e sul benessere delle api. A temperature molto elevate, le api rimangono all’interno degli alveari sbattendo le ali per ventilare l’ambiente e garantire la salute della regina. Ma quando ciò accade, non escono e, oltre a non produrre miele, usano il miele immagazzinato per sopravvivere. Con l’automazione, la temperatura viene mantenuta in un intervallo sano per gli insetti. Info su www.beewise.ag.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.