Mattoni isolanti dagli scarti tessili, l’idea di una studente diventa realtà

Clarisse Merlet era una studentessa di architettura nel 2017 quando ha cominciato ad osservare la quantità di rifiuti tessili che vengono generati ogni anno. In Francia, si stima che si tratti di circa 4 milioni di tonnellate, e questa è solo una frazione di ciò che viene buttato via nel mondo; negli Stati Uniti erano 17 milioni di tonnellate tre anni fa. Molto poco di questi indumenti scartati viene raccolto per il riutilizzo o il riciclaggio:

mini.com

Meno di un terzo in Francia e metà (15%) negli Stati Uniti. Merlet era consapevole della diminuzione delle risorse naturali e degli enormi sprechi inerenti al settore delle costruzioni. Confrontando le due problematiche, la giovane studente ha individuato una potenziale soluzione comune, capace di rispondere alla domanda di materiale vergine per l’edilizia e trarre vantaggio dalle risorse già estratte per l’attività tessile. È così che è nata l’idea di FabBRICK, la sua azienda pluripremiata che produce mattoni decorativi e isolanti da vecchi vestiti. La componente base dei mattoni è l’abbigliamento sminuzzato, che Merlet acquista già macinato da un fornitore in Normandia:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ogni mattoncino utilizza l’equivalente di due o tre magliette, puoi usare qualsiasi tipo, non solo cotone, ma anche poliestere, elastan, PVC, ecc … I resti vengono mescolati con una colla ecologica che ha sviluppato lei stessa e quindi pressati in uno stampo di mattoni. Questo stampo utilizza la compressione meccanica per formare i mattoni, quindi non richiede più energia di quella richiesta da un operaio umano per pressarlo. I mattoni bagnati vengono rimossi dallo stampo e lasciati asciugare per due settimane prima dell’uso. Quando si tratta di costruzione, i mattoni non possono essere utilizzati per lavori strutturali, ma Merlet ci sta lavorando e spera che possano esserlo in futuro. Per ora sono resistenti al fuoco e all’umidità e costituiscono un ottimo isolante termico e acustico. Sono adatti per separare stanze e decorare pareti nei negozi (soprattutto dove si vendono vestiti):

- Prosegue dopo la pubblicità -

I mattoni possono essere ordinati in quattro diverse dimensioni, possono essere utilizzati per realizzare mobili come lampade, tavoli, sgabelli, ecc. Dall’inizio alla fine del 2018, abbiamo erano già stati progettati più di 40.000 mattoni che rappresentano 12 tonnellate di tessuti riciclati. FabBRICK può personalizzare il colore della parete con gli indumenti che scegli di riciclare. Merlet ha sperimentato la produzione di mattoni da maschere chirurgiche frantumate, un interessante potenziale utilizzo per alcuni dei rifiuti legati alla pandemia che ora vediamo in tutto il mondo. Non sappiamo ancora come lo venderemo, perché deve ancora superare una serie di test di laboratorio, soprattutto al fuoco. L’azienda è ancora piccola ma l’idea è entusiasmante. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Maggiori informazioni: www.fab-brick.com

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.