I bambini che camminano a piedi nudi crescono meglio e sono più intelligenti, lo dicono numerosi studi

Tradizionalmente, madri e padri si preoccupano costantemente che i loro figli abbiano costantemente le scarpe indossate. Per molti è stata un’enorme complicazione. Questo sicuramente per la paura che i bambini si ammalino. Tuttavia, numerosi studi hanno dimostrato che i piedi nudi non sono un fattore che favorisce la diffusione di raffreddori o virus. I piedi nudi infatti favoriscono uno sviluppo ideale di questo arto. Ora, gli studi sono andati ancora più in profondità e si è scoperto che i bambini che stanno scalzi più a lungo sono più allegri, più sicuri di sé. Come se non bastasse, quei bambini che non portano le scarpe nei primi mesi di vita, sono più intelligenti. Durante i primi anni di vita, il cervello assorbe costantemente informazioni; soprattutto durante il primo anno di vita. Le mani, i piedi e la bocca dei bambini sono le migliori fonti di informazioni. È attraverso queste parti del corpo che i bambini scoprono com’è il mondo esterno e lo capiscono.

Prima di iniziare a camminare, i piedi dei bambini sono molto sensibili; anche più delle mani. Quindi i piedi sono ricevitori di informazioni per eccellenza. Pertanto, quando i bambini potranno essere scalzi, avranno la possibilità di ottenere un migliore sviluppo cognitivo, sensoriale e psicomotorio. Nei primi due anni di vita, gli esseri umani modellano i propri sensi, le relazioni neurologiche, le capacità motorie e molto altro. Pertanto, impedire ai bambini piccoli di tenere i piedi scoperti significa impedire loro di avere accesso a una delle loro migliori possibilità per raggiungere la maturità in modo più rapido ed efficiente. Poiché i piedi nei primi anni di vita sono molto sensibili, attraverso questi i bambini hanno la possibilità di conoscere meglio il loro ambiente e comprenderlo in modo ideale. I vantaggi di tenere scoperti i piedi dei più piccoli sono molteplici:

- Prosegue dopo la pubblicità -

– Lo sviluppo dei piedi è molto più adatto, con più forza, più stabile, con maggior canna e con una struttura ossea ideale.
– Promuove la consapevolezza del proprio corpo e dei suoi movimenti; ciò che è essenziale per imparare a camminare, tra le altre funzioni essenziali.
Rafforza le capacità motorie che generano sicurezza nel camminare, equilibrio, agilità, tra gli altri.
Stimola la percezione della posizione, che aiuta notevolmente lo sviluppo del sistema nervoso centrale.
Imparare meglio a organizzare le informazioni sensoriali raccolte, che favoriscono lo sviluppo cognitivo del bambino.
Solo permettendo ai piccoli di essere scalzi fino a quando non inizia a camminare, è possibile per lui avere un migliore riconoscimento del proprio corpo, delle cose che lo circondano e una comprensione della causalità.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: bioguia.com

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.