Australia: spiagge bellissime ma attenzione agli squali! Alcune vittime non sono mai state ritrovate

static9.net.au

Una donna di 20 anni è stata ricoverata dopo l’attacco di uno squalo. È successo poco prima di mezzogiorno di domenica, a meno di 200 metri dalla riva presso il famoso, ma famigerato, Kelp Beds a Wylie Bay vicino a Esperance:

- Prosegue dopo la pubblicità -

In particolare, le autorità hanno riferito che la giovane stava nuotando usando un anello gonfiabile per piscina, quando uno squalo l’ha aggredita. È riuscita a nuotare verso la riva dove gli amici l’hanno soccorsa e le hanno bendato la ferita, prima di portarla al campus sanitario locale. Il Royal Flying Doctor Service ha successivamente trasportato la donna a Perth per ulteriori cure e le immagini del suo arrivo all’aeroporto sembravano mostrarla sveglia. Rimane in condizioni gravi ma stabili al Royal Perth Hospital. Circa mezz’ora dopo l’attacco, uno squalo bianco di tre metri è stato avvistato in agguato vicino alla riva in acque cristalline vicino a Wylie Bay. Ma le autorità hanno detto che non ci sono stati altri avvistamenti di squali nell’area di Kelp Beds dopo l’attacco. Il materassino gonfiabile della donna è stato recuperato in ritardo domenica ed è stato trasferito a Perth per analisi scientifiche. “Le indagini stanno continuando da parte del Dipartimento delle industrie primarie e dell’unità di risposta agli squali per lo sviluppo regionale per determinare i dettagli dell’incidente“, si legge in una dichiarazione. La spiaggia è rimasta chiusa lunedì. Purtroppo, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, attacchi di questo genere non sono così rari a Esperance, famosa per le sue meravigliose acque cristalline e per il surf, ma è anche nota per i suoi enormi squali e attacchi mortali. Come quello accaduto ad Andrew Sharpe, 52 anni, che è stato aggredito da uno squalo bianco di cinque metri mentre faceva surf a Kelp Beds nell’ottobre 2020:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il suo corpo non è mai stato trovato. Oppure a Laeticia Brouwer, 17 anni, che è stata morsa a morte a una gamba mentre faceva surf con suo padre nell’aprile 2017. Anche il surfista Sean Pollard è stato sbranato a Wylie Bay nel 2014, perdendo la mano destra e il braccio sinistro, ma è sopravvissuto all’attacco di due squali. A tal proposito, riportiamo qui sotto i link ad alcuni video diffusi sul web:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.