Come coltivare grandi piante di basilico: da semi, talee o piantine

Il basilico è facile da curare e cresce rapidamente in una pianta grande e cespugliosa con fogliame deliziosamente profumato. Il basilico è una delle piante più popolari e di lunga durata. Per molti giardinieri, indispensabile nel loro giardino.

Basilico
Il basilico è una tenera pianta erbacea della famiglia della menta, originaria dei tropici del Vecchio Mondo, dall’Africa centrale al sud-est asiatico. Il basilico più conosciuto, utile e coltivato è il basilico dolce (Ocimum basilicum). Il basilico dolce, vero tesoro culinario, cresce a circa 60 cm da uno stelo centrale. Le sue foglie sono grandi, verde medio, opposte e ovali, lunghe 7 cm, e hanno un intenso sapore di chiodi di garofano e anice.

- Prosegue dopo la pubblicità -

In piena estate, una singola spiga di piccoli fiori bianchi si erge sopra il fogliame lussureggiante. Sebbene i fiori di basilico siano molto belli (amati dalle api e da altri impollinatori), spesso vengono rimossi per prolungare il raccolto. Il basilico non è solo un’erba culinaria e ci sono molte piante di basilico ornamentali che vengono coltivati ​​maggiormente per il loro aspetto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Condizioni di coltivazione del basilico.
Indipendentemente dalla varietà, tutti i tipi di basilico prosperano nei climi caldi e nelle lunghe giornate piene di sole.

Requisiti di luce: piantare il basilico in un luogo che riceve da 6 a 8 ore di luce solare al giorno.
Terreno: funziona meglio in terreni sciolti e ben drenati arricchiti con materia organica, come il compost.
Irrigazione: Innaffia il basilico con circa due centimetri d’acqua a settimana. Questa pianta non ama i piedi bagnati, quindi cerca di annaffiare il basilico al mattino in modo che il terreno possa asciugarsi un po’ prima del tramonto.
Compost: se hai aggiunto del compost al tuo terreno, non dovresti aver bisogno di concimare il tuo basilico per tutta l’estate. Ma se le foglie di basilico sono piccole o l’intera pianta sembra rachitica, aggiungi più compost al terreno.
Piante da compagnia: il basilico è un ottimo vicino di pomodori, peperoni, asparagi e origano. Le sue foglie aromatiche aiutano a scoraggiare i parassiti, i suoi fiori attirano gli impollinatori e possono aiutare a migliorare il sapore e il tasso di crescita delle colture vicine.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come coltivare il basilico.
Dal seme al raccolto, il basilico ama il caldo e odia il freddo. Sii paziente e aspetta che le temperature siano giuste prima di mettere le piante di basilico all’esterno.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Seme
I semi di basilico possono essere seminati direttamente in giardino purché la temperatura non sia ancora troppo fredda. Puoi anche seminare i tuoi semi di basilico in casa per anticipare la stagione. I semi di basilico germinano facilmente e possono essere avviati 6 settimane prima dell’ultima data di gelo primaverile:

Semina alcuni semi in una pentola o stendili in un contenitore profondo circa un centimetro.
Innaffiatele delicatamente e copritele. Mettere le pentole in un luogo caldo con temperatura ambiente compresa tra 15°C e 25°C. I semi di basilico germineranno in circa 5 giorni se conservati a circa 20°C. Quando i germogli sono usciti dal terreno, rimuovi la copertura e sposta le piante su un davanzale soleggiato. Diradare le piantine a una distanza di 15-20 cm. Mantieni il terreno costantemente umido ma non troppo umido.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una volta che le piantine di basilico hanno tra le 6 e le 8 settimane e ogni pericolo di gelo è passato, il basilico può essere trapiantato all’aperto. Il basilico crescerà meglio se la temperatura del terreno è di circa 20°C. Attendere di piantare il basilico all’aperto se le temperature notturne rimangono al di sotto dei 10°C.

Talee
Il basilico è facilissimo da propagare per talea se hai già una pianta sana e consolidata che non è ancora fiorita: Prendi delle talee lunghe 10 cm.
-Rimuovere le foglie dai due pollici inferiori di ogni taglio.
-Metti le talee in un bicchiere d’acqua e mettile in un luogo soleggiato.
-Rabboccare l’acqua quando necessario e cambiarla completamente ogni settimana.
-In meno di una settimana dovresti vedere segni di crescita delle radici.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quando le radici sono di circa 5 centimetri, le talee possono essere piantate nel terriccio.
Aspetta che le temperature salgano prima di trapiantarli all’aperto.
piantine Quasi a tutti piace il basilico ed è facile trovare piante nei vivai o nei negozi locali, persino nei supermercati, in primavera. Quando acquisti piante di basilico, cerca giovani piantine con foglie sane e verdi. Evita di acquistare piante alte o con macchie marroni sul fogliame. Una volta che la temperatura del terreno si è sufficientemente riscaldata, prepara il sito di impianto modificando il terreno con uno strato di compost di 5 cm.

Scava una buca delle stesse dimensioni della pentola e rimuovi con cura le piantine dal contenitore. Pianta il basilico alla stessa profondità del contenitore in cui cresceva. Pianta le piantine ad una distanza minima di 20 cm. Per piante più grandi e più cespugliose, distanziale un po’ di più. Poco dopo il trapianto, dai alle tue piante di basilico un buon sorso d’acqua.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come raccogliere il basilico
Il basilico è pronto per il suo primo raccolto circa 60 giorni dopo che i semi sono stati messi nel terreno. Lascia che le tue piante raggiungano un’altezza di almeno 6-8 pollici prima di iniziare a tagliare le talee. Per alcune piante a foglia verde, puoi semplicemente strappare qualsiasi foglia appetitosa dall’aspetto casuale. Ma questo sarebbe proprio il modo sbagliato di potare e raccogliere le tue piante di basilico. Tirare le foglie in questo modo trasformerà le piante cespugliose in cose allampanate con molte meno foglie.

Il modo corretto per potare il basilico è prelevare le talee dalla sommità del gambo principale. Segui lo stelo verso il basso e trova un punto in cui si forma un asse Y con due rami frondosi. Dovrebbero esserci piccoli nuovi germogli negli angoli e nelle fessure di ogni ramo. Taglia appena sopra questo nodo di foglie. il basilico risponde molto bene a questo trattamento. Quelle piccole foglie che germogliano alla fine si ramificheranno e diventeranno due nuovi steli che possono essere tagliati allo stesso modo. Due steli, poi quattro, otto, sedici… e così via fino al primo gelo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: ecoinventos.com

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.