Che significato emotivo ha l’asma nei bambini e negli adulti?

L’asma è una malattia causata dall’infiammazione delle vie aeree. Quando una persona ha un attacco d’asma, i muscoli intorno alle vie aeree si contraggono e si gonfiano, riducendo la quantità di aria che può passare. La sensazione, quindi, è di soffocamento e di non riuscire a respirare. Sebbene l’asma sia considerata una malattia cronica, molte persone hanno l’asma solo in un momento della loro vita e poi guariscono. È molto comune per alcuni bambini avere la malattia e guarire improvvisamente da adulti.

Questo si spiega perché l’asma ha un forte significato emotivo, e dalla biodecodifica si ritiene che abbia a che fare soprattutto con paure che hanno a che fare con l’ambiente o il territorio. Cioè, quando si vive in un’atmosfera tossica per qualche motivo, è comune sviluppare l’asma.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Asma come paura dell’invasione del territorio
I conflitti emotivi che generano questa malattia respiratoria hanno a che fare con il territorio in cui vivono. Quando ci sono troppe persone che vivono in casa, ad esempio, puoi avere quella sensazione di soffocamento. Anche quando si vive in un ambiente tossico. Ad esempio, liti familiari, litigi continui, scarsa comunicazione con persone che vivono nello stesso spazio di uno.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La paura dell’invasione del territorio si manifesta quando sentiamo che il nemico vive con noi. Ciò si verifica quando c’è un litigio molto forte con qualcuno in casa, o con l’arrivo di una nuova persona in famiglia.

Asma nei bambini
L’asma è comune nei bambini, molti dei quali migliorano con l’avanzare dell’età. È possibile che in quei casi abbia a che fare con il senso di colpa che il bambino può portare. Se le cose intorno a loro non vanno bene, i ragazzi se ne accorgono subito. Indipendentemente dalle parole che vengono usate con loro, più piccolo è il ragazzo, più è sensibile a ciò che sta accadendo intorno a lui. Si noterà subito un clima teso. Molti ragazzi, sentendo che le cose non funzionano bene a casa, si sentono in colpa per questo e sviluppano l’asma.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Pertanto, molti bambini si prendono la colpa per tutto ciò che va storto nel loro ambiente, si sentono “indegni”, non preziosi e, quindi, colpevoli e meritevoli di punizione. È importante quindi che un bambino asmatico si senta al sicuro nel suo ambiente e, soprattutto, gli ricordi quanto è prezioso.

- Prosegue dopo la pubblicità -

È sempre una buona idea spiegare ai bambini cosa sta succedendo a casa, soprattutto se ci sono problemi. A volte, i genitori preferiscono non dire loro nulla, credendo che questo li protegga. Ma i bambini percepiscono anche il cattivo clima dell’ambiente e traggono le proprie conclusioni, che per loro possono essere peggiori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Migliora l’asma dalla biodecodifica
Molte volte il “cambio d’aria” cura gli asmatici. In generale, questo ha a che fare proprio con l’uscita da quell’atmosfera stantia che lo stava facendo ammalare. È un’idea che, se la persona con asma decide di trasferirsi, l’intera famiglia non dovrebbe accompagnarla, poiché possono “spostare” l’aria viziata nel nuovo spazio. La separazione da quella situazione tossica che ha causato l’asma può essere un ottimo modo per migliorare la tua salute.

È anche una buona idea per la persona che soffre della malattia iniziare a lavorare sulla fiducia in se stessi e prendere le proprie decisioni. Molte volte la sensazione di soffocamento deriva dalla sensazione di non poter agire liberamente. Pertanto, è importante lavorare sulla libertà personale, sulla cura di sé ma, soprattutto, liberarsi dalla colpa prendendo decisioni basate sui propri desideri. Ovviamente bisogna sempre recarsi da un medico professionista che può indicarvi la giusta strada da seguire.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: bioguia.com

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.