Scoperto batterio gigante visibile ad occhio nudo “5.000 volte più grosso degli altri, è record”

Dire che un batterio è visibile ad occhio nudo, sino a poco tempo fa, sarebbe stata un’esclamazione paragonabile ad una bestemmia per i biologi. Tuttavia, da oggi in poi saremo tutti costretti a ricrederci:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Stando a quanto riportato da una squadra di ricercatori, infatti, un gigantesco batterio – circa 5.000 volte più grande degli altri – è stato scoperto nell’arcipelago caraibico francese della Guadalupa. “È 5.000 volte più grande della maggior parte dei batteri”ha affermato in una nota Jean-Marie Volland, uno scienziato del Lawrence Berkeley National Laboratory . “Per contestualizzare, sarebbe come un essere umano che incontra un altro umano alto come l’Everest”. Un gruppo di ricercatori di diverse università ha riportato le proprie scoperte sulla cellula gigante sulla rivista Science. Le cellule della maggior parte delle specie batteriche sono lunghe circa 2 micrometri, con alcuni degli esemplari più grandi che raggiungono i 750 micrometri. Utilizzando la microscopia a fluorescenza, a raggi X ed elettronica in combinazione con il sequenziamento del genoma, gli scienziati hanno caratterizzato Candidatus ( Ca.) Thiomargarita magnifica, un batterio che ha una lunghezza cellulare media superiore a 9000 micrometri ed è visibile ad occhio nudo. I batteri bianchi, lunghi un centimetro, assomigliano alla forma e alle dimensioni di una ciglia umana:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le cellule di questi batteri crescono di ordini di grandezza oltre i limiti teorici delle dimensioni delle cellule batteriche, mostrano una poliploidia senza precedenti di oltre mezzo milione di copie di un genoma molto grande e subiscono un ciclo di vita dimorfico con segregazione asimmetrica dei cromosomi in cellule figlie. Queste caratteristiche, insieme alla compartimentazione del materiale genomico e dei ribosomi in organelli traslazionalmente attivi legati da membrane bioenergetiche, indicano un aumento di complessità nel lignaggio Thiomargarita e sfidano i concetti tradizionali di cellule batteriche. Sono stati inizialmente scoperti nel 2009 in boschetti di mango acquosi per poi essere studiati a fondo. La scoperta ha scosso un pò il mondo scientifico, a giudicare dai titoli che i siti dell’industria hanno pubblicato sull’organismo scoperto. Science pub Genetic Engineering and Biotech News ha sottolineato che il batterio sarebbe provvisto di “organi”, il che, se si fa una rapida ricerca su Google, dovrebbe essere ancora impossibile secondo nientemeno che la stessa Berkeley. Se sei arrivato al 2022 probabilmente ti starai chiedendo cosa significhi esattamente un batterio gigante per l’umanità. Anche se gli scienziati non hanno menzionato se il nuovo organismo è pericoloso, continueranno a studiarlo ulteriormente. Non tutti i procarioti sono dannosi per l’uomo e alcuni sono persino benefici. Inoltre, i grandi batteri sarebbero più facili da uccidere, se necessario. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.