Religione, i cristiani negli USA potrebbero diventare una minoranza entro pochi decenni

I cristiani negli Stati Uniti d’America potrebbero ridursi sino ad essere classificati nelle minoranze religiose:

Stando a quanto è possibile constatare consultando un nuovo rapporto di Pew Research infatti, i tassi di natalità e i modelli migratori potrebbero influenzare il numero dei cittadini di fede cristiana anche con una conversione verso nuove (o vecchie) religioni. In un primo ipotetico scenario – in cui nessuno negli Stati Uniti cambia religione dopo il 2020 – il cristianesimo potrebbe raggiungere la maggioranza del 54% della popolazione entro il 2070. Tuttavia, i non credenti rimarrebbero una minoranza sostanziale al 34%. Se il cambio di religione tra i giovani americani dovesse proseguire al ritmo attuale, i cristiani scenderebbero al di sotto del 50% della popolazione entro il 2060, rappresentando solo il 46% della popolazione nel 2070 (anche se resterebbero comunque tra i più grossi gruppi religiosi del paese). Il secondo scenario ipotetico, invece, ipotizza una disaffiliazione e un aumento del tasso di cambio:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo accadrebbe in considerazione del fatto che molti cittadini preferiscono cambiare la religione con la quale sono cresciuti. In questo caso, la percentuale di cristiani negli Stati Uniti potrebbe scendere tra il 35 e il 39 per cento entro il 2070. Anche in Gran Bretagna, il numero di religiosi non affiliati ha superato i cristiani diventando il gruppo più numeroso nel 2009, secondo il British Social Attitudes Survey. La percentuale di americani religiosamente non affiliati potrebbe salire a circa il 52 per cento. Il rapporto afferma che le attuali proiezioni suggeriscono che gli Stati Uniti potrebbero seguire il percorso intrapreso da molti paesi dell’Europa occidentale nella seconda metà del 20° secolo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Sebbene alcuni scenari siano più plausibili di altri, il futuro è incerto ed è possibile che la composizione religiosa degli Stati Uniti nel 2070 non rientri nei limiti previsti”, osserva il rapporto. Nuovi modelli di cambiamento religioso potrebbero emergere in qualsiasi momento. Conflitti armati, movimenti sociali, crescente autoritarismo, disastri naturali o peggioramento delle condizioni economiche sono solo alcune delle circostanze che a volte innescano improvvisi sconvolgimenti sociali e religiosi”, osserva.

Il rapporto ha portato alla luce una serie di altri spunti interessanti. Come ci si potrebbe aspettare, l’allontanamento dalla religione tende ad essere associato alle persone più giovani. È evidente che le persone che sono diventate non affiliate dopo essere state cresciute come cristiane hanno un po’ più probabilità di avere un diploma universitario rispetto a quelle che rimangono cristiane. Hanno anche scoperto che negli Stati Uniti è più probabile che gli uomini si allontanino dal cristianesimo, mentre è più probabile che le donne mantengano la loro identità cristiana. I ricercatori hanno comunque confermato che molte tendenze sociali possono essere in gran parte imprevedibili e che quelle paventate attualmente negli studi rappresentano solo ipotesi che potrebbero essere confermate o smentite nel tempo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

#religione #cristianesimo #statiuniti #usa

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.