Astronomia, enorme ondata di calore registrata sull’atmosfera di Giove. Ecco perché laggiù fa più caldo nonostante il pianeta sia più lontano dal Sole rispetto alla Terra

Un’immensa ondata di calore è stata trovata nell’atmosfera di Giove. La scoperta, annunciata da James O’Donoghue, dell’agenzia spaziale giapponese (JAXA), rivela un’inaspettata ondata di caldo con 700 gradi Celsius, la cui estensione è di 130mila chilometri, equivalente al diametro di 10 pianeti della Terra:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sebbene Giove sia più lontano dal Sole rispetto alla Terra, la sua atmosfera è piuttosto calda, centinaia di gradi più calda di quanto previsto dai modelli computerizzati. Il gigante gassoso riceve circa il 4% della luce solare rispetto alla luce ricevuta dalla Terra; quindi teoricamente la sua atmosfera superiore dovrebbe essere -70°C. Tuttavia, le misurazioni rivelano che le nuvole più esterne superano i 400 °C! La recente scoperta dell’ondata di caldo è il risultato di una mappa dell’alta atmosfera gioviana pubblicata lo scorso anno. “Grazie a queste mappe, abbiamo dimostrato che le aurore di Giove potrebbero spiegare queste alte temperature”, ha affermato O’Donoghue. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel video qui sotto, vediamo un’immagine panoramica dell’alta atmosfera di Giove, mostrata con un punto culminante appositamente creato per contestualizzare la visualizzazione dell’ondata di calore. La regione in cui si trova l’aurora del polo nord, vista in giallo e bianco, sembra inviare un’enorme ondata di calore verso l’equatore. Le aurore polari si verificano su qualsiasi mondo con un’atmosfera e un campo magnetico, quando le particelle trasportate dal vento solare colpiscono tali pianeti. Questo significa che le aurore si osservano sulla Terra, ma anche su altri pianeti, compreso il gigantesco pianeta gassoso del nostro Sistema Solare. Ecco perché su Giova fa molto caldo nonostante il pianeta sia molto più distante dal Sole rispetto al nostro:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tuttavia, mentre le aurore terrestri si verificano solo quando c’è una maggiore attività solare, su Giove esistono aurore permanenti di varia intensità: le aurore più intense sono in grado di riscaldare le regioni intorno ai poli. Di conseguenza, i forti venti del gigante gassoso finiscono per distribuire quel calore in tutto il pianeta. Sulla base di questi fatti già rivelati l’anno scorso, O’Donoghue e il suo team hanno trovato l’estesa ondata di caldo sotto le aurore del Polo Nord di Giove. Hanno anche scoperto che questa ondata di calore viaggia attraverso l’equatore del pianeta a una velocità sorprendente.

- Prosegue dopo la pubblicità -

#giove #astronomia

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.