L’Italia ospiterà mostre archeologiche dedicate a Burnt City

Mostre di fotografie e poster raffiguranti un decennio di conquiste archeologiche congiunte nella città bruciata si terranno a Teheran, Zahedan, Zabol e Lecce, ha affermato martedì l’archeologo ILNA Seyyed-Mansour Seyyed-Sajjadi. Chiamata “Shahr-e Sukhteh” o “Shahr-i Sokhta” in persiano, la città bruciata designata dall’UNESCO è associata a quattro cicli di civiltà, tutti bruciati da incendi catastrofici.

In stretta collaborazione con l’Università del Salento e il Museo Nazionale dell’Iran, sono attualmente in corso i lavori di preparazione di queste mostre e speriamo di lanciarle entro la fine di quest’anno [calendario iraniano] (20 marzo 2023)”, il ha spiegato l’archeologo

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ci saranno circa 80 foto degli oggetti scoperti, come quelle relative all’antica chirurgia del cranio, alla ricostruzione di un occhio artificiale e a una tavoletta contabile, ha aggiunto l’archeologo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Inoltre, l’evento metterà in mostra immagini e poster raffiguranti laboratori di scavo e spazi portati alla luce dagli archeologi. Dato che non tutti possono visitare le opere scoperte a Burnt City, abbiamo deciso di organizzare la mostra fotografica per consentire di conoscere e vedere queste opere”, ha aggiunto l’archeologo. Burnt City ha prodotto più di 10.000 oggetti durante gli scavi archeologici condotti negli ultimi due anni”.

Fondata intorno al 3200 a.C., Burnt City fu popolata durante quattro periodi principali fino al 1800 a.C. I precedenti cicli di scavi hanno mostrato che i suoi residenti avevano grandi abilità nella tessitura e nella creazione di belle arti come oggetti decorativi, intaglio su pietra e pittura su ceramica.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Secondo l’ente culturale delle Nazioni Unite, i cambiamenti nei corsi d’acqua e il cambiamento climatico hanno portato all’eventuale abbandono della città all’inizio del secondo millennio. Le strutture, i cimiteri e il gran numero di manufatti significativi ivi rinvenuti e il loro stato ben conservato dovuto al clima secco del deserto rendono questo sito una ricca fonte di informazioni sull’emergere di società complesse e sui contatti tra loro nel terzo millennio aC.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Burnt City si trova nella provincia sud-orientale dell’Iran del Sistan-Baluchestan, che un tempo era un incrocio delle rotte commerciali dell’età del bronzo che attraversavano l’altopiano iraniano.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.