Precipitato sulla Terra meteorite con minerali sconosciuti

“Ogni volta che trovi un nuovo minerale, significa che le effettive condizioni geologiche, la chimica della roccia, erano diverse da quelle che erano state trovate prima”, ha detto il professor Chris Herd dell’Università di Alberta. “Questo è ciò che lo rende eccitante: in questo particolare meteorite ci sono due minerali descritti ufficialmente che sono nuovi per la scienza.” I due minerali, chiamati con i nomi di elaliite ed elkinstantonite, provenivano da una fetta di 70 g della roccia spaziale caduta nel 2020 in Somalia, che è stata inviata all’Università di Alberta per la classificazione, e sembra già esserci un potenziale terzo minerale in esame:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il nome di un minerale – elaliite – deriva dall’oggetto spaziale stesso, che è chiamato meteorite “El Ali” poiché è stato trovato vicino alla città di El Ali nella Somalia centrale. Herd ha chiamato la seconda elkinstantonite in onore di Lindy Elkins-Tanton, vicepresidente dell’Iniziativa interplanetaria dell’Arizona State UniversityElkins-Tanton è anche professore reggente nella School of Earth and Space Exploration di quell’università e il principale investigatore dell’imminente missione Psyche della NASA: un viaggio verso un asteroide ricco di metalli in orbita attorno al sole tra Marte e Giove, secondo l’agenzia spaziale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Se i ricercatori dovessero ottenere più campioni dal massiccio meteorite, c’è la possibilità che se ne possano trovare ancora di più”, ha detto il professor Herd. Il professor Herd ei suoi colleghi dell’Università di Alberta, dell’Università della California, di Los Angeles e del Caltech hanno classificato El Ali come un meteorite “Iron, IAB complex“, uno degli oltre 350 in quella particolare categoria. Il primo giorno in cui il dottor Andrew Locock dell’Università dell’Alberta ha fatto alcune analisi, ha detto: ‘Ci sono almeno due nuovi minerali lì dentro.’ È stato fenomenale. La maggior parte delle volte ci vuole molto più lavoro di quello per dire che c’è un nuovo minerale“, ha detto il professor Herd.

“La rapida identificazione è stata possibile perché i due minerali erano stati creati sinteticamente in precedenza, quindi è stato in grado di abbinare la composizione dei minerali naturali appena scoperti con le loro controparti prodotte dall’uomo”. Gli scienziati stanno continuando a esaminare i nuovi minerali per determinare cosa possono dirci sulle condizioni del meteorite quando si è formato. Questa è la mia esperienza – come si prendono in giro i processi geologici e la storia geologica dell’asteroide di cui una volta faceva parte questa roccia“, ha detto il professor Herd. Non avrei mai pensato di essere coinvolto nella descrizione di minerali nuovi di zecca solo in virtù del lavoro su un meteorite.”

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Qualsiasi nuova scoperta di minerali potrebbe produrre nuovi entusiasmanti usi lungo la linea”, ha affermato. “Ogni volta che c’è un nuovo materiale noto, anche gli scienziati dei materiali sono interessati a causa dei potenziali usi in una vasta gamma di cose nella società”. “Mentre il futuro del meteorite di El Ali rimane incerto, abbiamo ricevuto la notizia che sembra essere stato spostato in Cina alla ricerca di un potenziale acquirente”. “Resta da vedere se saranno disponibili ulteriori campioni per scopi scientifici”. Il ricercatore ha descritto i risultati dell’analisi il ​​21 novembre 2022 allo Space Exploration Symposium 2022 (SES 2022).

- Prosegue dopo la pubblicità -

#asteroide #meteorite #minerali

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.