In Antartide trovati 5 nuovi meteoriti, uno supera i 7 kg. L’eccezionale e rara scoperta che aiuta a leggere la Storia dell’Universo

Nuove entusiasmanti scoperte scientifiche in Antartide che gli scienziati considerano anche uno dei posti migliori al mondo per cacciare i meteoriti. Questo in parte dovuto al fatto che l’Antartide è sostanzialmente un deserto ghiacciato e il suo clima secco limita il grado di alterazione degli agenti atmosferici che subiscono i meteoriti. Oltre alle condizioni asciutte, il paesaggio è ideale per la caccia ai meteoriti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

le rocce nere dello spazio si stagliano chiaramente contro i campi innevati. Anche quando i meteoriti affondano nel ghiaccio, il movimento agitato dei ghiacciai contro la roccia sottostante aiuta a esporre nuovamente i meteoriti vicino alla superficie dei campi di ghiaccio blu del continente. Un team internazionale di ricercatori appena tornato dall’Antartide può attestare l’amicizia del continente con i cacciatori di meteoriti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

sono tornati alla base con ben cinque nuovi meteoriti, tra cui uno che pesa 16,7 libbre (circa 7,6 kg). Maria Valdes, ricercatrice presso il Field Museum e l’Università di Chicago, stima che dei circa 45.000 meteoriti recuperati dall’Antartide nell’ultimo secolo, solo un centinaio circa siano di queste dimensioni o superiori. “Le dimensioni non contano necessariamente quando si tratta di meteoriti, e anche minuscoli micrometeoriti possono essere incredibilmente preziosi dal punto di vista scientifico“, afferma Valdes, “ma ovviamente trovare un grosso meteorite come questo è raro e davvero eccitante”. Valdes era uno dei quattro scienziati della missione, guidata da Vinciane Debaille dell’Université Libre de Bruxelles (FNRS-ULB); il gruppo di ricerca è stato completato da Maria Schönbächler (ETH-Zurigo) e Ryoga Maeda (VUB-ULB). I ricercatori sono stati i primi a esplorare potenziali nuovi siti di  mappati utilizzando  di Veronica Tollenaar, una studentessa di tesi in glaciologia presso l’ULB. “Intraprendere un’avventura esplorando aree sconosciute è eccitante”, afferma Debaille, “ma abbiamo anche dovuto fare i conti con il fatto che la realtà sul campo è molto più difficile della bellezza delle immagini satellitari”. Nonostante la tempistica del loro viaggio per l’estate dell’Antartide alla fine di dicembre, le temperature si aggiravano intorno ai 14° F (-10° C):

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Valdes ha notato che alcuni giorni durante il loro viaggio, in realtà faceva più freddo a Chicago che in Antartide, ma passare giorni in motoslitta e fare trekking attraverso i campi di ghiaccio e poi dormire in una tenda ha reso il clima antartico più estremo. I cinque meteoriti recuperati dal team saranno analizzati presso il Royal Belgian Institute of Natural Sciences; nel frattempo, i sedimenti potenzialmente contenenti minuscoli micrometeoriti sono stati divisi tra i ricercatori per essere studiati presso le loro istituzioni. Valdes dice di essere ansiosa di vedere cosa rivelano le analisi dei meteoriti, perché “studiare i meteoriti ci aiuta a capire meglio il nostro posto nell’universo. Possiamo capire noi stessi.”

Fonte:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://phys.org/news/2023-01-pound-meteorite-antarctica.html

#antartide #meteoriti

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.