Extraterrestri: per due scienziati potrebbero esserci almeno 36 civiltà intelligenti nella Via Lattea

Gli scienziati che ritengono che potrebbero esserci 36 specie di extraterrestri nella sola Via Lattea sono Tom Westby e Christopher Conselice, due astronomi dell’Università di Nottingham in Inghilterra. Nel 2020, hanno pubblicato uno studio scientifico che sta facendo molto parlare di se a distanza di anni:

La loro stima si basa su un nuovo modello matematico che tiene conto di una serie di fattori, tra cui il numero di stelle nella Via Lattea, la probabilità che una stella ospiti un pianeta abitabile e la probabilità che un pianeta abitabile sviluppi una vita intelligente. Secondo il loro studio, ci sono circa 100 miliardi di stelle nella Via Lattea. Di queste, circa 2 miliardi potrebbero ospitare pianeti abitabili. La probabilità che un pianeta abitabile sviluppi una vita intelligente è stimata in circa 1 su 100.000. Basandosi su questi fattori, il team di Westby e Conselice ha stimato che ci potrebbero essere fino a 36 civiltà extraterrestri intelligenti nella Via Lattea. Tuttavia, è importante notare che questa è solo una stima. La realtà potrebbe essere molto diversa. È possibile che ci siano molte più o molte meno civiltà extraterrestri nella Via Lattea. Il team di Westby e Conselice sta attualmente conducendo ulteriori ricerche per cercare di migliorare le sue stime. L’obiettivo è quello di capire meglio la probabilità di trovare vita extraterrestre e di sviluppare strategie più efficaci per cercare i suoi segnali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Se non troviamo vita intelligente entro un raggio di circa 7000 litri all’anno ciò indicherebbe una delle due cose. Il primo è che la durata della vita delle civiltà è molto più breve di 2000 anni, il che implica che la nostra potrebbe essere piuttosto breve. La seconda è che la vita sulla Terra è unica e la vita intelligente non si forma automaticamente dopo 5 anni su un pianeta adatto ma è un processo più casuale. Implicherebbe anche che è improbabile che esistano intelligenze come le forme di vita artificiale “Life 3.0” (ad esempio, Tegmark 2017 ) create da progettisti meno robusti ma intelligenti (come noi). Questa “vita” di tipo III può in molti modi replicare un modello CETI “biologico” ed è una possibilità logica di come una civiltà planetaria possa vivere forse per milioni o miliardi di anni senza i vincoli della fragilità biologica “naturale” (durata della vita limitata, sensibilità ai viaggi spaziali, autodistruzione, ecc.)” – osservano i ricercatori nello studio scientifico, consultabile al seguente link: https://iopscience.iop.org/article/10.3847/1538-4357/ab8225.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: https://edition.cnn.com/2020/06/15/world/intelligent-civilizations-galaxy-scn-trnd/

#alieni #scienza #vialattea #astronomia #extraterrestri #probabilità #matematica

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.