E’ Italiana la prima mano bionica sensibile ai nervi

mano-bionica-L’intervento era stato eseguito già tempo fa nell’università Campus Biomedico di Roma ma solo adesso è possibile dire con sicurezza che l’intervento sia riuscito. La mano bionica, pesante circa due chili, è composta da dita di alluminio ed è direttamente controllata dal sistema nervoso del paziente grazie a quattro elettrodi realizzati dall’azienda tedesca Ibmt e impiantati nei nervi mediano e ulnare, inseriti all’interno delle fibre nervose dopo mesi di adattamento. Grazie all’operazione, ora il paziente non è solo in grado di usufruire nuovamente dell’uso della mano, ma anche di ricevere stimoli sensoriali tramite il palmo e la copertura della mano bionica, costruiti in fibra di carbonio. L’operazione è stata seguita in merito al programma “LifeHand” e gli studiosi sono già pronti per eseguire nuovi esperimenti per cercare di aumentare l’efficacia del sistema.

- Prosegue dopo la pubblicità -