Ecco come sarà possibile coltivare piante su Marte – VIDEO

coltivare piante su MarteLa tecnologia per l’esplorazione spaziale non prevede soltanto la progettazione e la realizzazione di astronavi sempre più veloci e grandi, ma punta anche verso la possibilità di ottenere tutte le condizioni necessarie per far si che l’essere umano possa sopravvivere per lunghi periodi nello spazio, o sulla superficie di pianeti alieni.

La questione della velocità è solo uno dei tantissimi problemi che si stanno affrontando. In generale possiamo dire che i problemi legati all’ esplorazione dello spazio sono i seguenti:

Produzione di ossigeno per la sopravvivenza dell’ equipaggio
Rifornimento costante di cibo e acqua Supporto psicologico per i viaggi di lunga durata Mantenimento fisico (nello spazio si perde tono muscolare e osseo, ad esempio) Moduli abitativi, scientifici ed utili per la sopravvivenza dell’ equipaggio Un’invenzione innovativa presentata alla competizione Electrolux Design Lab della scorsa settimana (con tema “Designs for the next 90 years”) potrà aiutare gli astronauti nell’ approvigionamento di cibo.
Si chiama Le Petit Prince (Il Piccolo Principe) e si tratta doi un “modulo agricolo” che consente la coltivazione di una sola pianta in ambienti estremi, come sulla superficie di Marte.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La particolarità di questo piccolo robot è la sua capacità di decidere autonomamente quale sia il posto migliore per trovare i nutrienti necessari alla pianta che ospita, spostandosi verso zone più “fertili” se la composizione del terreno non dovesse soddisfare le richieste del vegetale che ospita.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il modulo, che assomiglia ad un ragno a 4 zampe, ospita in una cupola trasparente una pianta. Grazie ad una serie di sensori che gli consentono di analizzare luce, calore, quantità di acqua e di nutrienti, Le Petit Prince è in grado di spostarsi nel caso una o più di questi componenti non soddisfino i requisiti necessari.

Il robot inoltre è in grado di comunicare con le altre unità robotiche, in modo da apprendere quali siano le zone migliori per la crescita di piante.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il progetto, che nasce da uno studente della Brno University of Technology della Repubblica Ceca, Martin Miklica, dice di aver preso ispirazione da Asimov e dal robot R2-D2 di Guerre Stellari. Il design del robot è stato studiato anche per dare una “nota di colore” e tenere alto il morale nelle desolate lande marziane, dove il fattore psicologico è fondamentale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Miklica crede che nel futuro guarderemo alle macchine come a compagni intelligenti che obbediscono ai nostri ordini, soprattutto per quanto riguarda l’esplorazione dello spazio o di pianeti come Marte.

Le Petit Prince è stato proposto tra gli otto finalisti della competizione Electrolux Design Lab , assieme ad invenzioni come un purificatore d’acqua piovana composto da sfere volanti che catturano la pioggia. [ditadifulmine.net]

- Prosegue dopo la pubblicità -

FONTI
http://aliveuniverseimages.com/flash-…

http://www.nextme.it/societa/turismo-…

- Prosegue dopo la pubblicità -

http://www.nextme.it/scienza/natura-e…

LINK DI APPROFONDIMENTO

- Prosegue dopo la pubblicità -

http://www.nasa.gov/audience/formedia…

http://www.lastampa.it/2012/02/01/sci…

- Prosegue dopo la pubblicità -

http://www.dailymail.co.uk/sciencetec…

http://news.discovery.com/space/histo…

http://mars-one.com/en/faq-en/20-faq-…

- Prosegue dopo la pubblicità -

http://www.hindustantimes.com/HTNext/…

http://youtu.be/q4tfkHRMia0

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.