15enne scopre antica città Maya sconosciuta usando Google e Wikipedia ed incrociando le costellazioni

15enne-scopre-antica-città-Maya-sconosciuta-da-casa-usando-Google-e-Wikipedia-ed-incrociando-le-costellazioni-5Dopo tre lunghi anni di ricerca effettuata presso la sua dimora a Montreal, un ragazzino di 15 anni è riuscito a constatare la scoperta delle rovine di un’antica città Maya finora sconosciuta, nascosta nella giungla dello Yucatan. William Gadoury, studente 15enne, che è arrivato alla scoperta sulla base di una teoria da lui formulata incrociando le costellazioni Maya e le loro città e utilizzando esclusivamente il web come mezzo delle sue ricerche, sopratutto Google e Wikipedia. Il giovanissimo scopritore ha ricevuto elogi dalla Nasa e dall’Agenzia spaziale canadese.

“Non capivo perché i Maya costruissero le loro città lontano dai fiumi, in aree remote e montuose – ha spiegato il 15enne – Dovevano farlo per un’altra ragione, e dato che veneravano le stelle, ho pensato di verificare la mia ipotesi. Sono rimasto sorpreso quando ho scoperto che le stelle più brillanti delle loro costellazioni combaciavano con le più grandi città Maya”. Un video dal web parla della scoperta del giovane:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Studiando le 22 costellazioni Maya, il ragazzo ha incrociato i dati spaziali con quelli delle 117 città, riuscendo a collocare la 23° costellazione. 

piramide-maya-citta-nascosta

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricreando la mappa, risultavano  due città e tre stelle. Da qui l’idea di una terza città nascosta in una regione remota della penisola dello Yucatan. L’analisi delle immagini satellitari di diverse agenzie spaziali, come quella canadese, giapponese e la Nasa, hanno mostrato che effettivamente in quell’area c’era una piramide e una trentina di edifici. Il giovane scopritore l’ha provvisoriamente battezzata con il nome di “K’àak’ Chì”, ovvero “città di fuoco”. L’Agenzia Spaziale Canadese provvederà ora a collaborare per la pubblicazione della scoperta in una rivista specializzata.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.