Cometa con ghiaccio secco, please



Anche dopo la sua conclusione, la missione Rosetta dell’ESA continua a stupirci, regalandoci nuovi importanti risultati scientifici. Come la scoperta della presenza di ghiaccio secco, ovvero anidride carbonica allo stato solido, sul nucleo della cometa 67P Churyumov Gerasimenko. Una prima assoluta: mai prima d’ora infatti era stato osservato ghiaccio di anidride carbonica su un nucleo cometario. Il risultato è stato ottenuto da un team internazionale di ricercatori guidato da Gianrico Filacchione dell’Istituto Nazionale di Astrofisica grazie alle osservazioni dello strumento italiano VIRTIS , lo spettrometro dell’Agenzia Spaziale Italiana a bordo della missione Rosetta dell’ESA e realizzato dalla Società da Leonardo-Finmeccanica con un contributo dell’Observatoire de Paris e del DLR.

Servizio di Marco Galliani
Intervista a Gianrico Filacchione di Marco Malaspina, Riprese di Stefano Parisini

INAF-TV è il canale YouTube di Media INAF (http://www.media.inaf.it/)

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.