Uccisa, fatta a pezzi e gettata nei cassonetti dell’immondizia. Fermato a Roma il fratello

Sarebbe il fratello l’assassino che ha straziato la donna trovata nel cassonetto a Roma. La donna, Nicoletta Diotallevi di 59 anni, divideva col fratello un appartamento  in via Guido Reni.  L’uomo, Maurizio di 62 anni, avrebbe ucciso la sorella in  casa e poi fatta a pezzi. In seguito ha pensato di lasciare i resti della povera donna in due cassonetti dell’immondizia differenti, uno in Via Reni e l’altro in via Pilsudski.

La Polizia ha fermato  Maurizio Diotallevi grazie anche alle immagini delle telecamere di sorveglianza che hanno ripreso  l’uomo scendere di casa in via Reni con un grosso sacco, poi alla 1.30 di ieri in via Pilsudski mentre gettava le gambe nel cassonetto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

G

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.