Il rospo gigante che mangiava piccoli dinosauri

La rana diavolo (Beelzebufo ampinga Evans et al., 2008) era un anfibio anuro, vissuto nel tardo Cretaceo (Maastrichtiano, tra 70 e 65 milioni di anni fa), i cui resti fossili sono stati rinvenuti in Madagascar.[1] Il nome del genere deriva da belzebù e bufo (rospo in latino). Il nome della specie ampinga è una parola malgascia che significa “scudo”.

I primi frammenti fossili, provenienti dal Madagascar, sono stati trovati nel 1993 da David W. Krause, della Stony Brook University, e l’animale è stato descritto in un articolo dello stesso Krause e degli studiosi dello University College London Susan E. Evans e Marc E. H. Jones, pubblicato sul sito dei Proceedings of the National Academy of Sciences nel 2008.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I frammenti fossili ritrovati mostrano che poteva crescere fino a 40 centimetri di lunghezza (una dimensione superiore a quella della rana golia e di qualunque anuro oggi vivente) e si può ipotizzare un peso di circa 4-5 chili. È stato supposto che il Beelzebufo potesse ingoiare anche cuccioli di dinosauri. Una ricostruzione artistica:

- Prosegue dopo la pubblicità -

  1. ^ (ENBeelzebufo ampinga, in Fossilworks. URL consultato il 31 dicembre 2014
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.