Come farsi la doccia gratis con un pannello solare e l’acqua piovana

Nelle città ci abituiamo ad usare acqua calda per diverse attività e attività, come la doccia o il lavaggio di piatti. Ma entrambi i sistemi elettrici e quelli che corrono sul gas spendono molta energia che potremmo salvare se approfittassimo dell’energia del sole per riscaldare l’acqua.

Poi si dovrà imparare a fare un riscaldamento solare dell’acqua, e anche per installare un sistema che vi permetterà di approfittare di acqua calda in bagno, cucina o il luogo in cui è necessario esso. Le istruzioni per questo sistema sono stati sviluppati in un manuale della Università Nazionale di La Plata, Argentina, con l’obiettivo di aiutare le famiglie in vulnerabilità sociale che non possono accedere ad altri metodi per ottenere acqua calda. Ma chiunque può fare la stessa cosa a casa, per risparmiare energia, denaro e le risorse del pianeta.

Costruzione del riscaldatore:

Il riscaldatore solare funziona con una griglia di superficie o di assorbimento di calore, che è costituita da una rete di tubi neri (per assorbire meglio il calore, mentre il colore bianco riflette), attraverso cui l’acqua circola, che funge da fluido ricevente di calore.

Questa griglia ricevente, a sua volta, è contenuta in una scatola isolata, che lo protegge dalla perdita di temperatura e dall’inclemente del tempo. Inoltre, è coperto da una superficie trasparente che consente il passaggio della radiazione solare.

Materiali per la griglia:

– 13 metri di tubo in polietilene da 50 mm

– 24 pezzi “T” (parti maschili – maschio – maschio)

– 4 tappi di uscita (maschio – femmina)

– 2 boccole di riduzione del polipropilene (2 pollici maschio / pollici femminile)

– 2 spine (maschio)

– 2 prese di tubo flessibili (3/4 pollici, maschio – maschio)

– Pasta di tenuta per tubi

– 1 rotolo di tefón a nastro

– 5 metri di filo zincato o 24 morsetti da 2 pollici

Costruzione della griglia:

1. Per assemblare la superficie di assorbimento del polietilene da 2 m2, occorre misurare e tagliare i seguenti pezzi di tubo neri con una sega:

– 12 pezzi di 82 centimetri di lunghezza 

– 26 pezzi di 10,5 centimetri

2. 12 parti di 82 cm, ad unirsi con una parte T. a 11 sono, adosarles un tubo di 10,5 cm in una delle estremità libere della T – piece Uso sigillante per fissare le articolazioni .

3. Unire i 12 pezzi, uno accanto all’altro, per formare la griglia dei tubi del riscaldatore.

4. Alle quattro estremità del posto grill posizionare un tubo da 10,5 cm e una spina a vite da polietilene da 2 pollici.

5. Due di queste uscite (in diagonale) devono essere ricoperte con spine in polipropilene.

6. Nei rimanenti due, posizionare le riduzioni da 2 pollici a ¾ per preparare i raccordi di ingresso e di uscita dell’acqua tra la piastra di raccolta e le cisterne.

Materiali per la scatola contenente il grill:

– lamiera zincata No. 27 *

– 100 rivetti “POP” (3 mm)

– 2 m2 di vetro o policarbonato 4 o 6 mm

– Siliconati

– 10 viti autofilettanti

– 3 m2 polistirolo espanso ad alta densità (20 kg / m3) (telgopor) spessore 2,5 cm

– foglio di alluminio da cucina 3 m2

– 7 ml di strisce di gomma o equivalente di 1 cm

– un foglio in policarbonato 2 x 1 metri

* sono necessari i seguenti componenti: un foglio di 1 x 2 metri, due laterali 2 metri per 10 cm, due laterali 1 m per 10 cm, e due rinforzi del profilo 1,5 cm x 1,5 cm x uno metropolitana. Per il coperchio due laterali di 1,06 mx 3 cm, due laterali di 2,00 mx 3 cm, due rinforzi di 1,5 cm x 1,5 cm x un metro di profilo e la piastra in polipropilene sarà necessaria.

Costruzione

1. In ogni pezzo laterale di un metro, un foro circolare di 2,5 pollici di diametro dovrebbe essere realizzato con una taglierina metallica, attraverso la quale i tubi usciranno.

2. Successivamente, una scatola contenitore per la griglia deve essere costruita e posata sulla sua base per isolare il calore. All’interno, la griglia dei tubi deve essere collocata in modo che le loro uscite coincidano con i fori.

3. Infine, deve essere coperto con la copertura trasparente che permetterà il passaggio della radiazione solare, ma impedirà il caldo di scappare.

Hai costruito la stufa stessa. Quindi, è necessario mettere insieme un sistema che ti consente di sfruttarlo in casa tua.

Inserimento del sistema:

Il riscaldatore deve essere posizionato con la superficie perpendicolare ai raggi del sole. La posizione più efficiente varia a seconda della latitudine: nella latitudine 35º (ad esempio nella città di Buenos Aires, in Argentina), l’ideale è posizionarlo con un’inclinazione di 60º, verso nord, per catturare il sole. Più vicino all’equatore, il pendio dovrebbe essere più piccolo. Nell’emisfero settentrionale, l’orientamento indicato sarebbe verso il sud.

Amemorizzare l’acqua: il riscaldatore deve essere unito, da un tubo ad un serbatoio che deve essere isolato con lana di vetro o polistirolo per evitare dispersioni di calore durante la notte, e di avere acqua calda al mattino.

Per l’installazione completa, è necessario per inserire un altro serbatoio (serbatoio) superiore, che entrare in acqua con il sistema usato a casa (può avere l’acqua corrente tubo di aspirazione, riempita manualmente o raccolta dell’acqua della pioggia).

A un’altezza più bassa deve essere trovato il riscaldatore.  Infine, l’isolato serbatoio di stoccaggio deve essere più basso e avere un galleggiante e avere una presa al sistema del rubinetto. Nella prima immagine è possibile vedere la connessione tra le tre parti del sistema.

FONTE: