Press "Enter" to skip to content

Mano bionica dotata di tatto, impiantata per la prima volta ad una donna italiana

Un importante intervento è stato praticato al Policlinico Gemelli di Roma nel giugno 2016 ad una donna alla quale è stata impiantata per la prima volta una mano bionica capace di restituire il senso del tatto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La mano bionica è frutto di un lavoro di gruppo guidato dal neuro-ingegnere Silvestro Micera della Scuola Superiore Sant’Anna e del Politecnico di Losanna e i risultati della sperimentazione sono ora in via di pubblicazione su una rivista scientifica internazionale. La donna   è la prima italiana a indossare l’impianto per sei mesi, anche al di fuori del laboratorio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La mano bionica fu impiantata in un uomo danese nel 2014 e da allora è stata migliorata di molto. Ha dei sensori che rilevano al cervello  informazioni su un oggetto tramite piccoli elettrodi impiantati nei nervi della parte superiore del braccio. Durante gli esperimenti, la donna  mentre era bendata, toccando un oggetto con la mano bionica, ha saputo distinguere se l’oggetto  fosse duro o morbido. Video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.