Centinaia di tartarughine appena nate raggiungono il mare, “non abbandonate i i rifiuti, questa è la loro casa” – video

328 tartarughe marine appena nate sono sbarcate in mare. E’quanto riportato da un’emozionante filmato diffuso su YouTube. Il video risale al 2016 ed è stato girato a Himchari, nell’area Pechardip di Cox’sBazar nel Golfo del Bengala ma documenta un ordinario che si ripete costantemente in molte parti del mondo, compreso nel mediterraneo. Il video emoziona perché mostra centinaia di questi piccoli esemplari determinati a superare la sabbia della spiaggia per giungere in mare aperto. Non è chiaro quanti di loro sopravviveranno e per questo è anche importante permettere a tutte le tartarughine di raggiungere il mare. A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina facebook.com/www.cronaca.news è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questi animali rappresentano anche nel mediterraneo un’importanza della biodiversità marina e quindi anche della salute del territorio marino. Spesso, anche nel mediterraneo molti esemplari muoiono a causa dell’ingerimento di rifiuti gettati dagli umani: dagli ami da pesca ai pezzi di plastica, tutti materiali potenzialmente letali per questi animali. Anche una semplice busta di plastica può essere facilmente scambiata per una medusa e ingerita accidentalmente da queste tartarughe che poi perdono la vita. Situazioni simili accadono anche ai danni di altri animali, dai pesci ai cetacei. Questo senza considerare l’air-gun e le altre tecniche di ricerca di petrolio in mare che possono facilmente nuocere la salute di questi animali. Dobbiamo tutti sforzarci a mantenere pulito il mare e a contattare forze dell’ordine e/o esperti quando notiamo la presenza di questi in difficoltà. Video come questi, dunque, oltre ad emozionarci, dovrebbero farci riflettere sull’importanza della raccolta differenziata e di evitare di gettare i rifiuti nel mare e sulle spiagge.  Il video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -