Fermando il movimento delle cellule tumorali si arresta la diffusione del cancro – la nuova tecnica che potrebbe rivoluzionare la medicina

Utilizzando un modello sperimentale, gli scienziati dell’Università del Minnesota di Minneapolis hanno impedito la diffusione delle cellule tumorali, anche dopo che le cellule avevano alterato la loro modalità di movimento. Le possibilità di eliminare il cancro sono molto più elevate se la malattia non si è diffusa oltre il tumore primario. Circa il 90 per cento dei decessi correlati al cancro si verificano a causa delle metastasi o della capacità dei tumori di invadere il tessuto vicino e di diffondersi in altre parti del corpo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un trattamento che ha fermato il movimento delle cellule tumorali migliorerebbe notevolmente i tassi di sopravvivenza, dando ai medici più tempo per affrontare il tumore primario. Il nuovo studio , pubblicato sulla rivista Nature Communications , potrebbe segnare un grande passo avanti verso questo risultato.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Le cellule tumorali sono molto subdole”

 I ricercatori hanno creato le versioni di laboratorio di un ambiente tumorale e hanno osservato come le cellule del cancro al seno si muovevano attraverso di loro. Usando alcuni farmaci, i ricercatori hanno cercato di fermare le cellule interrompendo i meccanismi che fungono da motori, generando le forze per il movimento. Con sorpresa degli scienziati, le cellule sono passate a un modo completamente diverso di muoversi, facendo sì che assomigliassero a macchie “stillanti”. “Le cellule tumorali sono molto subdole”, osserva l’autore senior, il dott. Paolo P. Provenzano, professore associato nel dipartimento di ingegneria biomedica dell’Università del Minnesota. Ammette: “Non ci aspettavamo che le cellule cambiassero i loro movimenti”.

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Puntando contemporaneamente su entrambi i modi di movimento cellulare, i ricercatori “hanno fermato le cellule nelle loro tracce“. Il dott. Provenzano osserva: “È quasi come se avessimo distrutto il loro GPS in modo che non riuscissero a trovare le autostrade. […] Le celle si sono semplicemente sedute lì e non si sono mosse”.

Metastasi e movimento cellulare

La metastasi è un processo complesso con diverse fasi. In ciascuna, devono essere soddisfatte determinate condizioni prima che il cancro possa progredire. Ad esempio, durante l’ invasione del tessuto adiacente , sia le cellule tumorali che il loro microambiente, o matrice extracellulare, subiscono importanti cambiamenti. La maggior parte delle cellule ha una certa capacità di muoversi attraverso la matrice extracellulare che le circonda, grazie a un complesso feedback di segnali noti come guida di contatto. Gli scienziati hanno osservato questa guida in vari contesti, come la guarigione delle ferite e la generazione e la rigenerazione degli organi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per indagare su come le cellule riconoscono e seguano questi percorsi, il team ha progettato microambienti 2-D che imitano schemi di indicazioni di orientamento nei tumori. Lavorare con ambienti ingegnerizzati accelera notevolmente questo tipo di ricerca.

Usando questi microambienti di rete controllati, siamo stati in grado di testare centinaia di eventi di movimento delle cellule in ore, rispetto a uno o due nello stesso periodo di tempo immaginando un tumore”, spiega il primo autore dello studio, il dott. Erdem D. Tabdanov, che ha anche lavora nel dipartimento di ingegneria biomedica dell’università.

Il seguente breve video dell’Università del Minnesota mostra cosa è accaduto quando i ricercatori hanno usato dei farmaci per indirizzare i movimenti motori delle cellule del cancro al seno. Le cellule sono passate ad un movimento fluido, simile a melme che si basa su meccanismi diversi. Il video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il team intende testare il proprio metodo su altri tipi di cancro, quindi avviare sperimentazioni sugli animali. Se queste andranno bene, le prove nell’uomo dovrebbero seguire entro pochi anni. I ricercatori devono anche studiare altri aspetti dell’approccio, come l’effetto del trattamento sulle cellule sane.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.medicalnewstoday.com/articles/323776.php

https://european-biotechnology.com/up-to-date/latest-news/news/sugar-replacement-slows-cancer-growth.html