Aumentano ictus e pressione arteriosa? Colpa del fumo da sigaretta e “da auto”

Ancora una ricerca conferma collegamenti diretti tra l’insorgenza di ictus e l’abitudine al fumo. Stando a quanto riportato da SkyTg24: “I primi benefici si avvertono poche settimane dopo l’abbandono della sigaretta. Inoltre, dopo cinque anni dal distacco dal tabacco, il rischio cerebro-cardiovascolare degli individui un tempo tabagisti è paragonabile a quello delle persone che non hanno mai fumato. I consigli arrivano da Alice Italia Onlus, Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale, che in occasione dell’inizio di aprile, il mese della prevenzione dell’ictus cerebrale, vuole promuovere una corretta informazione in merito”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come il fumo causa l’ictus: la nicotina viene anzitutto assorbita dai polmoni, arrivando poi nel sangue e provocando così la riduzione del diametro delle arterie ed al contempo un aumento della pressione arteriosa e la tachicardia. Gli effetti possono rivelarsi micidiali e, a lungo termine, mortali.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“L’ictus è un evento improvviso, inatteso e traumatico. Fumare comporta un rischio due volte maggiore di essere colpiti da ictus: i fumatori hanno la probabilità doppia che si verifichi un ictus ischemico e ben quattro volte superiore che si verifichi un ictus emorragico”, spiega Nicoletta Reale, Presidente di Alice Italia Onlus. Questo senza considerare il cosidetto “fumo passivo” (ovvero il fumo assorbito da alcuni soggetti attraverso le sigarette fumate da altri) se non addirittura le emissioni delle automobili a combustibile fossile, inevitabilmente respirate dai pedoni, fonte di fatto di un’ulteriore fenomeno di fumo passivo. In tutto il mondo sono circa 15 milioni le persone che ogni anno vengono colpite da ischemia cerebrale e in Italia ben 150.000. Il dato più preoccupante è che questa malsana abitudine sarebbe ben diffusa anche tra i più giovani.

- Prosegue dopo la pubblicità -

. Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel)