Press "Enter" to skip to content

Propoli: utilizzo e benefici, proprietà,controindicazioni

La propoli è prodotta dalle api e si tratta di una sostanza tipo resina che riveste gli alveari e li protegge dagli agenti esterni e dalle muffe, batteri e tutti quegli agenti che possono provocare danni. Questa sostanza è utilizzata dalle api oltre che per proteggere gli alveri, anche per ripararli e per rimpicciolire le vie d’entrata per evitare che vi entrino altri tipi di insetti nocivi.
Viene raccolta generalmente da piante della specie del pioppio come l’eucalipto, la betulla, il faggio,quercia,pino e cosi via

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questa viene digerita parzialmente dagli enzimi della loro saliva e una volta unita alla cera d’api si crea una sostanza profumata e colorata. Sembrerebbe che le sostanza contenute nella propoli siano più di 300 e tra queste ricordiamo: resine, cera, olii essenziali, polline. Ha una consistenza solida, ma se viene riscaldata diventa molto appiccicosa tipo colla e per questo viene definita proprio: “colla d’api”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per poterla raccogliere, bisogna lavare in alcol le pareti delle arnie, l’alcol permette di avere il balsamo di propoli ricco di nutrienti e sostanze antibatteriche e antimicotiche, antivirali, antinfiammatorie e antiossidanti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La propoli è un vero e proprio tesoro, combatte e ulcere è immostimolante, agisce come anestetico locale, protegge il fegato ed è antitumorale.

Le proprietà della propoli dipendono comunque dalla stagione in cui viene raccolta, dal tipo di api che l’ha prodotta e soprattutto dal tipo di vegetali da cui è stata estratta.
La propoli è molto usata come rimedio naturale, ha un’azione pari a quella di un antibiotico, agendo su batteri e funghi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

E’ stata testata su batteri come:
l’Escherichia coli, legata a disturbi gastrointestinali e cistiti
l’Helicobacter pylori, collegato all’ulcera gastrica e al tumore allo stomaco.

Come dicevamo in base alla zona in cui viene prodotta può cambiare le sue caratteristiche:
In Europa ad esempio, le sue proprietà antibatteriche e antimicotiche sono dovute ai flavonoidi e ad altri polifenoli. Mentre in Brasile,sono presenti altre sostanze come i diterpeni.

E’ anche un fortissimo antivirale che combatte molti tipi di virus, influenza, raffreddore e herpes. Questo grazie ai flavonoidi e la vitamina C.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’utilizzo della propoli è antico, veniva utilizzato dagli antichi egizi per l’imbalsamazione
Aristotele lo utilizzò per la prima volta come medicinale naturale e successivamente i Greci e Romani lo hanno utilizzato come antisettico e cicatrizzante
Più recentemente nell’ex Unione Sovietica veniva utilizzata sia contro la tubercolosi che per rimarginare le ferite.

Oggi viene utilizzata principalmente per le infezioni e infiammazioni del cavo orale e delle prime vie respiratorie, come raffreddore, influenza ecc…
Inoltre aiuta a contrastare: la mucosite (un’infiammazione della mucosa che riveste il cavo orale), la gastrite, l’ulcera peptica, la colite ulcerosa.
Viene utilizzata anche in campo dematologico per curare: ustioni, afte, verruche, dermatite,atopica, psoriasi,herpes labiale e genitale e per cicatrizzare ferite.

Ci sono vari tipi di usi della propoli, liquida, in crema, in polvere in base anche al tipo di uso che deve essere fatto. Può essere utilizzato localmente, ad esempio con uno spray specifico per il mal di gola, con sciroppi, caramelle. Oppure per risolvere problemi dermatologici tramite creme o unguenti. Esistono molti integratori che la contengono, e anche molti prodotti cosmetici come balsami, shampoo e cosi via..
In generale la propoli è sicura, ma in alcuni casi rari sono stati segnalati alcuni effetti collaterali come problemi gastrointestinali, convulsioni e insufficienza renale

- Prosegue dopo la pubblicità -

In alcune persone particolarmente sensibili sono stati evidenziati sintomi come: diarrea, bruciore di stomaco e secchezza della mucosa orale e reazioni allergiche tutti sintomi che scompaiono sospendendo il trattamento.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una cosa importante da ricordare: come tutti i prodotti con base di bioflavonoidi, anche la propoli non deve essere utilizzata in gravidanza e l’allattamento e nei bambini piccoli sotto l’anno d’età.

Fonte: saperesalute.it

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.