Press "Enter" to skip to content

E’ tornata la primavera, quest’anno più che mai accompagnerà la nostra rinascita.

Ieri, 20 marzo 2020 è tornata la primavera quest’anno forse non tutti se ne sono accorti, eppure gli alberi sono in fiore e gli uccelli cinguettano: la natura sta andando avanti e non si ferma. Il risveglio non si ferma, il mondo non si ferma e questo dovremmo prenderlo d’esempio. Dovremmo chiudere gli occhi e il più possibile assaporare quello che fuori dalle nostre mura domestiche sta succedendo. Tutto si risveglia, dobbiamo farlo anche noi. Siamo purtroppo costretti a star chiusi, perchè la situazione è davvero drammatica, ma un virus non può bloccarci per sempre, un virus non può bloccare la nostra mente e i nostri sentimenti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Godiamoci quello che possiamo, ci affacciamo al balcone e guardiamo l’albero di quartiere che fiorisce, guardiamo i fiori nell’aiuola vicino casa, gli uccellini che svolazzano e il cielo azzurro, godiamoci le piccole cose che possiamo in questo periodo, in attesa di poter uscire e guardare il mondo. E’ proprio questo l’insegnamento di questo periodo: imparare a goderci e apprezzare le piccole cose. Impariamo a farlo, la nostra vita si è fermata tutt’assieme, eravamo abituati a correre a non fermarci mai, a non meravigliarci per cose a volte ritenute ovvie.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Oggi più che mai abbiamo il tempo di farlo allora fermiamoci, guardiamo il lato positivo possiamo finalmente fare ciò che abbiamo sempre desiderato, ma che per mancanza di tempo non abbiamo mai fatto. Non servono chilometri di distanza, non serve allontanarsi chissà dove, non servono aerei, treni, navi: serviamo solo noi, riscopriamo noi stessi. Impariamo a conoscerci e a conoscere meglio chi ci sta vicino, impariamo a capire cosa vuol dire empatia. Impariamo dai bambini dovrebbero essere quelli più disperati, chiusi in casa senza poter uscire a giocare eppure sono quelli più felici in questo momento, si godono le piccole cose: il tempo con i genitori, la loro casa, i piccoli gesti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questa primavera, anche se al momento non possiamo godercela a pieno, sarà forse il miglior risveglio che potessimo avere. Sicuramente le ansie, paure non mancheranno. Il nostro pensiero va a chi in questo momento sta combattendo in trincea: pazienti, medici, infermieri, tutto lo staff e personale medico e anche tutti i parenti e amici delle persone affette che da casa aspettano e sperano. La vita è piena di emozioni, felici o meno, tutte servono per poter affrontare a pieno la propria esistenza. E quindi facciamoci travolgere, non dobbiamo bloccarci nel farlo.

Mostrare le proprie ansie, paure non fa di noi delle persone peggiori o insicure, anzi condividerle ci può aiutare pian piano a superarle e a non farle sfociare in panico o violenza. La natura ci insegna che adesso come non mai non possiamo fermarci, anche se siamo a casa, dobbiamo raccogliere tutte le nostre forze e restare uniti. Senza puntare il dito contro nessuno, solo tenere duro e aspettare la nostra rinascita completa, proprio come gli alberi in fiore.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.