Press "Enter" to skip to content

Due paramedici di fede religiosa differente, si fermano a pregare insieme e lo scatto diventa virale:

Quando due fedi religiose differenti si completano, invece di distruggersi uno con l’altro: avviene un vero e proprio miracolo: Avraham Mintz e Zoher Abu Jama hanno appena finito di rispondere a una telefonata riguardante una donna di 41 anni che ha problemi respiratori nella città israeliana meridionale di Be’er Sheva. Prima di questa, stavano controllando un uomo di 77 anni. Sicuramente c’erano state anche altre chiamate prima di queste durante il loro turno.
Mentre l’orologio si avvicina alle sei del pomeriggio, Mintz e Abu Jama si sono resi conto che quella poteva essere la loro unica interruzione del turno. I due uomini di Magen David Adom (MDA), il servizio israeliano di risposta alle emergenze, si sono fermati a pregare e l’immagine ha fatto il giro del web. Mintz, un ebreo religioso, verso Gerusalemme, con il suo scialle da preghiera bianco e nero che gli pendeva dalle spalle. Abu Jama, un musulmano osservatore, inginocchiato verso la Mecca,con il suo tappeto da preghiera marrone e bianco sotto di lui.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per i due paramedici, che lavorano regolarmente insieme due o tre volte alla settimana, la preghiera comune non era una novità. Per così tanti altri, è stata un’immagine stimolante nel mezzo della pandemia globale di coronavirus .
Una foto dei due uomini catturati da un collega è diventata rapidamente virale, ottenendo migliaia di mi piace a livello internazionale. Un utente ha risposto su Instagram: “Sono orgoglioso di tutti i servizi di salvataggio, non importa da quale comunità o religione”. Su Twitter, un altro utente ha dichiarato: “Un combattimento! Una vittoria! Uniamoci“.
Il fatto che sia così semplice lo rende così potente. Credo che io e Zoher e la maggior parte del mondo comprendiamo che dobbiamo alzare la testa e pregare. È tutto ciò che resta“, ha detto Mintz alla CNN.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Abu Jama, padre di sette figli della vicina città beduina di Rahat, era uno volontarario. Ha lasciato il suo lavoro come istruttore di guida per dare una mano il più possibile ora. “In termini di credenza e personalità crediamo nelle stesse cose e abbiamo qualcosa in comune“, ha detto il 39enne alla CNN. Ad Israele, i team della MDA ha ricevuto 100.000 chiamate nei giorni di punta, più di 10 volte il loro volume normale, secondo Zaki Heller, portavoce della MDA. Oltre al normale lavoro di paramedici ed EMT, i team della MDA sono responsabili di portare i pazienti con coronavirus in ospedale o in hotel designati in quarantena, eseguire test di coronavirus, raccogliere donazioni di sangue e altro ancora.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il direttore generale della MDA, Eli Bin, è stato orgoglioso di parlare della sua squadra, composta da 2.500 dipendenti a tempo pieno e 25.000 volontari. “La gente della MDA sta affrontando il virus, guardandolo negli occhi. I lavoratori della MDA stanno lavorando con le loro mani, i loro guanti e le loro maschere“, ha detto alla CNN. “Siamo gli eroi di Israele”.
Se Mintz e Abu Jama si vedono come eroi, certamente non lo lasciano vedere. Conoscono il loro lavoro e conoscono la loro fede. “Tutti hanno paura del virus”, ha detto Mintz. “anche noi, ma crediamo che tutto sia sotto il controllo di Dio, sia benedetto Lui. Lo crediamo entrambi.”
Abu Jama fa eco al suo partner. “Credo che Dio ci aiuterà e noi riusciremo a superare questo. Dovremmo tutti pregare Dio per farcela, e attraverseremo questa crisi mondiale“.
I due hanno pregato per circa 15 minuti. Quindi sono tornati sull’ambulanza e di nuovo al lavoro.

Fonte:cnn.com

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.