Press "Enter" to skip to content

La cometa Swan dai suoi meravigliosi riflessi verdi sarà visibile ad occhio nudo, ecco quando

La cometa Swan e la sua lunghissima coda lunga sarà visibile nel cielo notturno e si potrebbe vedere ad occhio nudo, dicono gli astronomi. La palla di ghiaccio, scoperta ad aprile dall’astronomo Michael Mattiazzo dall’Australia, ha già superato la Terra ma sta diventando più luminosa mentre si avvicina al Sole. L’ideale è guardarlo dall’emisfero meridionale, ma chi si trova nell’emisfero settentrionale potrà vederla bassa all’orizzonte nelle ore pre-alba.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Swan è attualmente a circa 85 milioni di chilometri dalla Terra e dovrebbe essere una cometa “significativa” in termini di visibilità, secondo l’Agenzia spaziale europea. La sfera di ghiaccio e polvere dai riflessi verdi visita la parte interna del sistema solare una volta ogni 11.597 anni e ha una lunga coda blu che si estende per tantissimi chilometri. Attualmente si sta spostando dal sud al cielo settentrionale, è appena visibile a occhio nudo, ma le stime attuali suggeriscono che, entro la fine di maggio, potrebbe essere significativamente più luminoso – se sopravvive così a lungo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Più materiale viene espulso dalla cometa mentre si riscalda mentre si dirige verso il sole, più luce solare riflette e più diventa visibile. Le comete sono fragili e spesso si rompono mentre si avvicinano al Sole – questo è successo alla cometa ATLAS il mese scorso dopo che era anche previsto che diventasse molto luminosa. La Cometa Swan sta ora entrando nella ‘zona di pericolo’ e raggiungerà il suo punto più vicino al Sole il 27 maggio – in questo momento, il riscaldamento solare sarà al massimo. Se sopravvive diventerà più visibile nell’emisfero settentrionale, si vedrà nel cielo serale e sarà più in alto sopra l’orizzonte, prevedono gli astronomi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La cometa è visibile dalla sera del 15 maggio e lo sarà per tutto il fine settimana, risulterà come un piccolo punto e sfocato con una lunga coda – avrai una visione più chiara con il binocolo o un piccolo telescopio. Mattiazzo ha visto la roccia ghiacciata, che aveva origine nel sistema solare esterno, mentre ispezionava le immagini su un computer, piuttosto che guardare attraverso un telescopio. Le immagini sono state catturate dallo strumento Solar Wind Anisotropies (SWAN) sull’Agenzia spaziale europea e dall’osservatorio solare e eliosferico della NASA (SOHO).

- Prosegue dopo la pubblicità -

La cometa Swan ha attualmente un magnitudo di 5,4 ma potrebbe raggiungere un magnitudo di 3 entro la fine di maggio: più basso è il numero più luminoso è l’oggetto.È vero che le stime sono influenzate dai cieli luminosi – il crepuscolo e la luna – ma le previsioni precedenti di magnitudo 3 o più luminose sembrano ora ottimistiche“, afferma Nick James, direttore della sezione cometa della British Astronomical Association.

È relativamente vicino al Sole e quindi può spegnersi. “Penso che saremo fortunati se arriva a 4, ma chi lo sa?” James ha detto a Forbes . “Potrebbe riaccendersi, quindi vale la pena osservare.” Dice che le comete possono fare cose insolite quando si avvicinano al Sole, quindi potrebbero improvvisamente diventare luminose o addirittura distruggersi completamente.Non sapremo davvero come si esibirà fino a quando non lo vedremo attraversare il perielio: potrebbe sorprenderci”, ha detto James.

Il momento migliore per vedere Swan sarà alla fine di maggio se non si distrugge prima.
17 maggio: raggiunge il minimo allungamento dal sole
18 maggio: a Perseo e al suo minimo più luminoso e visibile nel nord-est
26: raggiunge il suo punto più vicino al Sole nella sua orbita e si sposterà dalla mattina alla sera.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Utilizzando la navicella spaziale SOHO e i suoi strumenti, i cittadini scienziati che hanno esplorato le immagini hanno contribuito a scoprire quasi 4.000 comete sparse in tutto il sistema solare. “È estremamente eccitante che il nostro osservatorio di osservazione del sole abbia individuato così tante comete dal suo lancio nel 1995“, afferma Bernhard Fleck, scienziato del progetto SOHO dell’ESA. “Stiamo aspettando con impazienza, insieme agli appassionati di comete di tutto il mondo, la 4.000a scoperta, che potrebbe accadere molto presto.” Swan non è l’unica osservazione astronomica che ispira gli osservatori di cielo questo mese – dal 21 al 23 maggio Venere e Mercurio appariranno molto vicini tra loro. Questa sarà anche l’ultima volta quest’anno per vedere Venere come un oggetto da sera – è stato particolarmente luminoso nelle ultime settimane.

È estremamente difficile prevedere il comportamento delle comete che si avvicinano molto al Sole, secondo l’ESA, che affermano di essere fiduciosi. Il cigno rimarrà brillante. “Se la cometa sopravvive, gli osservatori stellari sulla Terra dovrebbero cercarla vicino alla brillante stella Capella nella costellazione di Auriga, il Carriota“, scrisse l’ESA. “Questa è quasi certamente l’unica volta in cui la cometa sarà visibile nelle nostre vite: le stime non sono ancora del tutto precise, ma è chiaro che il periodo orbitale della cometa si misura in migliaia o addirittura milioni di anni.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La differenza tra un asteroide, un meteorite e altre rocce spaziali?
-Un asteroide è un grosso pezzo di roccia lasciato dalle collisioni o dal primo sistema solare. La maggior parte si trova tra Marte e Giove nella Cintura principale.
-Una cometa è una roccia coperta di ghiaccio, metano e altri composti. Le loro orbite li portano molto più lontano dal sistema solare.
-Una meteora è ciò che gli astronomi chiamano un lampo di luce nell’atmosfera quando i detriti bruciano. Questo stesso detrito è noto come meteoroide . La maggior parte sono così piccoli da essere vaporizzati nell’atmosfera. Se qualcuno di questi meteoroidi arriva sulla Terra, viene chiamato meteorite . Meteore, meteoroidi e meteoriti normalmente provengono da asteroidi e comete. Ad esempio, se la Terra passa attraverso la coda di una cometa, gran parte dei detriti brucia nell’atmosfera, formando una pioggia di meteoriti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte:dailymail.co.uk

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.