Press "Enter" to skip to content

Il più grande millepiedi di tutti i tempi: lungo almeno 2 metri. Ecco perché diventavano così grandi

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il gigantesco invertebrato estinto Arthropleura assomigliava ad alcuni millepiedi moderni, ma poteva crescere fino a oltre un metro e mezzo di larghezza e talvolta poteva essere lungo più di sei piedi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Durante l’era geologica del Pennsylvaniano e il primo periodo Permiano (circa 320-290 milioni di anni prima del presente), gran parte dell’attuale Nord America ed Europa si trovava vicino all’equatore ed era coperta da vaste paludi ricche di vegetazione. I resti di questa vegetazione alla fine hanno formato i grandi depositi di carbone che hanno alimentato la rivoluzione industriale e fino ad oggi rimangono una risorsa energetica chiave. Queste antiche paludi ospitavano molti grandi artropodi, tra cui i primi parenti delle libellule con ali al di sopra dei due piedi e l’argomento di questo blog, il gigante millepiedi Arthropleura. Una specie di Arthropleura (dal latino “costola articolata”) è il più grande invertebrato terrestre conosciuto di tutti i tempi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il corpo appiattito di Arthropleura era composto da circa 30 segmenti articolati, ognuno dei quali era coperto da due piastre laterali e una piastra centrale. Il rapporto tra coppie di gambe e segmenti del corpo era di circa 8: 6, simile ad alcuni millepiedi attuali. Tipicamente, l’armatura del corpo di Artropleura cadde a pezzi dopo la morte dell’animale e solo i singoli segmenti o piastre furono conservati come fossili. Sfortunatamente, nessuno ha ancora trovato un grande individuo completo. Un fossile di corpo parziale della Germania sudoccidentale ha una lunghezza di 90 cm (3 piedi). Una pista attribuita a una grande artropleura su una superficie di arenaria di età pennsylvaniana proveniente dalla Nuova Scozia (Canada) comprende due file parallele di piccole impronte ed è larga 50 cm (19,7 in.).

Fossile di Arthropleura Museo Senckenberg di Francoforte Foto: Sven Tränkner

Si stima che il produttore di questa pista fosse lungo almeno 1,7 m (5,6 piedi). Percorsi simili sono stati scoperti anche negli Stati Uniti e in Scozia. Le dimensioni di alcuni segmenti di armatura isolati indicano che gli adulti dell’Arthropleura avrebbero potuto raggiungere una lunghezza di almeno 2 m (6,6 piedi). L’Arthropleura si estinse poco dopo la fine del periodo carbonifero, quando il clima umido iniziò a prosciugarsi, riducendo le foreste pluviali del Carbonifero e permettendo la desertificazione caratteristica del Permiano.

Fonte: http://www.geologyin.com/2020/05/largest-land-dwelling-bug-of-all-time.html?m=1&fbclid=IwAR2eVB11YLdvVeNgsadzwNJ23XFBb8Lo6Fz8adhs-w6zE6ikbyq9MleBF-M

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.