Press "Enter" to skip to content

Scienziati: “l’Africa si dividerà in due parti e nascerà un nuovo oceano”

In un periodo compreso tra i cinque ed i dieci milioni di anni, sarà probabile che le placche tettoniche che formano l’Africa potranno spezzarsi così tanto da dividere il continente in due:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

All’interno regione di Afar in Etiopia, l’Arabo, Nubian, e placche tettoniche somali stanno lentamente allontanando gli uni dagli altri, NBC News rapporti , creando gradualmente una vasta spaccatura  lentamente formando un nuovo oceano. Possiamo vedere che la crosta oceanica sta iniziando a formarsi, perché è nettamente diversa dalla crosta continentale nella sua composizione e densità” – ha riferito alla NBC Ph.D. dell’Università di Leeds lo studente Christopher Moore.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gli scienziati hanno sospettato che le piastre si stiano separando da un po’, ma i nuovi miglioramenti al GPS li stanno aiutando a capire esattamente cosa sta accadendo sotto la superficie. Il nuovo oceano offrirà ai geologi un’opportunità senza precedenti per capire come avviene una tale rottura tettonica, secondo la NBC . Mentre le placche tettoniche della Terra si muovono costantemente, gli scienziati non sanno ancora cosa, in particolare, li stia allontanando.  Il East African Rift ( EAR ) o East African Rift System ( EARS ) è una zona di spaccatura continentale attiva nell’Africa orientale . L’AER ha iniziato a svilupparsi all’inizio del Miocene , 22–25 milioni di anni fa. In passato era considerato parte di una più grande Great Rift Valley che si estendeva a nord fino all’Asia Minore:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La frattura, una zona stretta, è un confine divergente della placca tettonica in divergenza in cui la Placca africana è in procinto di dividere in due placche tettoniche , chiamata Placca somala e Placca nubiana , ad una velocità di 6-7 mm (0,24-0,28 in) annualmente.  Il sistema di frattura è costituito da tre micropiastre, la micropiastra Victoria a nord e le micropiastre Rovuma e Lwandle a sud. La micropiastra Victoria ruota in senso antiorario rispetto alla piastra africana. La sua rotazione è causata dalla configurazione di regioni litosferiche meccanicamente più deboli e più forti nelle EARS. [3] [4] Mentre l’estensione continua, la rottura litosferica avverrà entro 10 milioni di anni; la piastra somala si spezzerà e si formerà un nuovo bacino oceanico. La teoria principale in questo momento è che massicce rocce surriscaldate stanno ribollendo dal mantello proprio nel punto in cui le tre piastre si incontrano, ma idee come queste sono difficili da dimostrare. “Con misurazioni GPS, è possibile misurare i tassi di movimento fino a pochi millimetri all’anno,” – ha riferito alla NBC Ken Macdonald, geologo marino della University of California, Santa Barbara. “Man mano che otteniamo sempre più misurazioni dal GPS, possiamo avere un’idea molto più ampia di ciò che sta accadendo.”

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.