Startup trasforma i fondi di caffè in combustibile

Carburante per iniziare la giornata, il caffè ha un grande potenziale per generare energia. Le bucce e le fecce di caffè possono essere utilizzate invece di essere scaricate nella spazzatura e successivamente inviate alle discariche, dove emetteranno metano. Ecco perché, nel 2017, la startup inglese Bio-bean ha iniziato a trasformare i fondi di caffè in biocarburante per autobus:

L’idea, che è stata premiata, non si è dimostrata commercialmente valida, ma non c’era motivo per rinunciare. Bio-bean ha proseguito la sua ricerca, concentrandosi su altre soluzioni per questa risorsa, tanto preziosa quanto poco apprezzata. Oggi l’azienda è specializzata nell’utilizzo di polvere di caffè utilizzata per la produzione di legna da ardere e pellet. I prodotti sono venduti per uso domestico e industriale. La legna da ardere può essere utilizzata in stufe e caminetti e i pellet da biomassa sono utilizzati nelle caldaie commerciali. Dai chicchi di caffè è stato anche creato un terzo prodotto: un estratto naturale aromatizzato per l’industria alimentare e delle bevande. Benefici:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Individualmente, è possibile utilizzare i fondi di caffè in casa per fertilizzare il giardino, ma la risorsa ha un enorme potenziale per un uso su larga scala, a vantaggio dell’intera società.  “Gettare via questa preziosa risorsa naturale che ha ancora un valore ampio e significativo e applicazioni in vari settori è un atto di consumo superfluo che dimostra perfettamente l’approccio ‘estrai, produce, smaltisci’ della nostra attuale struttura economica lineare“, afferma Bio-bean su il tuo sito web.  Fu in questo vuoto di marketing che l’azienda aprì un grande impianto di riciclaggio dei rifiuti di caffè nel Cambridgeshire, una contea in Inghilterra. “Con 95 milioni di tazze di caffè consumate ogni giorno nel solo Regno Unito, ogni anno vengono creati quasi mezzo milione di tonnellate di caffè di scarto. Questi residui, una volta decontaminati, essiccati e pellettizzati, diventano un “super” combustibile: altamente calorifico, consistente e ben adatto a bruciare in grandi caldaie di dimensioni commerciali e industriali ”, spiega l’azienda sul proprio sito web. La startup garantisce tutta la logistica e la gestione dei rifiuti. Li ritira presso grandi catene di caffè, ristoranti, uffici, piccoli caffè, stazioni ferroviarie e persino all’interno di un piccolo aeroporto di Londra. Ciò che andrebbe sprecato diventa Coffee Logs, un prodotto che raggiunge una temperatura superiore del 20% e una maggiore durata rispetto ai tradizionali combustibili a legna secca. Ogni ceppo è composto da circa 25 tazze di caffè e il processo di riciclaggio riduce le emissioni di anidride carbonica fino all’80%. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

I Coffee Log sono confezionati in sacchetti di carta resistenti all’umidità e completamente riciclabili. Sono disponibili per la vendita nei negozi fisici e online in tutto il Regno Unito. Bio-bean prevede di crescere con l’aumentare delle preoccupazioni per la generazione di rifiuti. Dovrebbe anche beneficiare di nuove leggi governative in questo senso. È il caso di un divieto che vieta la vendita di carbone domestico e legna umida per la combustione domestica. La misura è stata annunciata dal governo del Regno Unito nel febbraio di quest’anno ed entrerà in vigore nel 2021. “Ovunque ci sia bisogno di grandi quantità di calore termico, c’è spazio per l’energia da biomasse rinnovabili a basso contenuto di carbonio“, afferma la startup. Un servizio televisivo ha parlato del prodotto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un altro servizio televisivo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.