La vera Atlantide è in Grecia? Ecco l’antica città sepolta da uno tsunami che aveva impianti di riscaldamento. Forse ispirò Platone. Gli affascinanti resti di Akrotiri – foto e video

Akrotiri è molto più antica di Pompei e fu distrutta dall’eruzione di Theran avvenuta nel 1628 a.C. L’eruzione distrusse completamente l’insediamento minoico (la civiltà minoica era una civiltà dell’età del bronzo sull’isola di Creta e nelle isole circostanti) e lo coprì di cenere vulcanica. È stato descritto come il disastro naturale più distruttivo mai registrato. È stato detto che gli abitanti di Akrotiri erano estremamente avanzati per il loro tempo:

gli scavi archeologici a Nisos Thira, Grecia – wikimedia.org

Gli edifici in cui vivevano le persone erano spesso alti fino a tre piani. Avevano anche servizi igienici, bagni, acqua corrente calda e fredda e un sistema di riscaldamento a pavimento. Era un insediamento altamente evoluto e incredibilmente colto. Akrotiri non è sempre stata ricca, ma è diventata una città ricca nel tempo grazie al fatto di trovarsi su una rotta commerciale che correva tra lEuropa e l’Asia occidentale. Gli abitanti di Akrotiri erano noti principalmente per la loro agricoltura e pesca. La città non aveva palazzi perché non c’erano reali, erano una società democratica governata da un parlamento. È interessante che i Minoici fossero così avanzati durante l’età del bronzo, dipingendo bellissimi affreschi, fabbricando ceramiche e producendo vino:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Soprattutto perché la gente della Gran Bretagna in quel periodo viveva in capanne. Studiosi e storici hanno ipotizzato che Akrotiri fosse l’ispirazione di Platone per la città di Atlantide. Questo perché Platone ha scritto di un’isola che ha descritto come “un grande e meraviglioso impero” che è stato improvvisamente distrutto da terremoti e inondazioni. È stato detto che Akrotiri avrebbe potuto potenzialmente essere chiamata originariamente Atlantide, generando il mito della città perduta. Questo perché la città è stata chiamata solo “Akrotiri” negli ultimi anni dopo un vicino villaggio con lo stesso nome. L’eruzione di Theran è stata così enorme che è riuscita a creare una caldera larga quattro miglia. La nube di cenere che ne è risultata era alta oltre 20 miglia e l’esplosione ha incoraggiato uno tsunami di 100 metri. Ciò fece sì che Akrotiri venisse dimenticata fino al 1860, quando i lavoratori che stavano scavando si imbatterono in alcuni manufatti sepolti. Tuttavia, gli scavi archeologici non hanno avuto luogo fino a molto più tardi nel 1967:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questi scavi hanno portato alla luce oltre 40 edifici dell’antica città di Akrotiri e ce ne sono ancora molti altri da scoprire. Si dice che finora sia stato scoperto solo un terzo di Akrotiri e potrebbero volerci altri 100 anni per scoprire il resto. I visitatori sono invitati ad andare al sito archeologico e passeggiare sulle strutture che sono state costruite sopra le rovine:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Alcuni dei passaggi pedonali conducono alle case in modo che i visitatori possano vedere come sarebbe stata una casa minoica. La città è stata completamente preservata, ma a differenza di Pompei non ci sono resti di esseri umani. A tal proposito, riportiamo qui sotto i link di alcuni video diffusi sul web:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.youtube.com/watch?v=mAv9nqyWF9c

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.