Camminare aumenta la longevità a prescindere dalle attività sportive. Nuove evidenze scientifiche

Sappiamo tutti che dovremmo cercare di fare attività fisica costante se vogliamo mantenere la nostra salute e aumentare le nostre possibilità di vivere una vita più lunga, ma quanto sono importanti comunque i passi quotidiani? Anche se il famoso obiettivo di fare 10.000 passi al giorno potrebbe non rappresentare esattamente quello che pensi, sappiamo comunque che fare più passi è sempre benefico per il nostro corpo, il che a sua volta è legato a una vita più lunga. Inoltre, avere un numero di passi giornaliero più elevato mostra un’associazione lineare con il vivere più a lungo, il che significa che gli aumenti di salute e longevità che otteniamo dal camminare sono collegati a quanto camminiamo effettivamente. Quindi i numeri contano, ma c’è ancora molto che non sappiamo sul legame tra i passi quotidiani e la longevità. Ad esempio, che dire della composizione di quei passaggi quotidiani:

Importa da dove provengono durante la tua giornata? La ricerca precedente che esaminava quest’area era vincolata dai dati auto-riportati dai partecipanti allo studio, ma nell’era del tracker di attività, gli scienziati possono rivelare approfondimenti sempre più granulari su come i passi quotidiani possono contribuire concretamente alla longevità. “I progressi tecnologici compiuti negli ultimi decenni hanno permesso ai ricercatori di misurare brevi scatti di attività”afferma il ricercatore di epidemiologia Christopher Moore dell’Università della Carolina del Nord a Chapel Hill. “Con l’aiuto di dispositivi indossabili, ulteriori ricerche indicano che qualsiasi tipo di movimento è meglio che rimanere sedentari”. In un nuovo studio , Moore e altri ricercatori hanno analizzato i dati raccolti nel Women’s Health Study , uno studio nazionale che studia le malattie cardiovascolari e il cancro in una coorte di quasi 40.000 donne americane, iniziato negli anni ’90. In un sottoinsieme dei dati, i ricercatori hanno esaminato la longevità di 16.732 donne che indossavano un contapassi che misurava i loro passi quotidiani e i loro schemi di camminata per 4-7 giorni tra il 2011 e il 2015. Del gruppo studiato, tutti individui di età superiore ai 60 anni (con un’età media di 72), 804 delle donne erano decedute entro la fine del periodo di studio nel 2019. Tra la coorte, invece, quelli che camminavano di più tendevano a vivere più a lungo. Una precedente analisi dello stesso gruppo ha rivelato che le donne che camminavano in media 4.400 passi al giorno avevano tassi di mortalità significativamente inferiori rispetto alle donne meno attive del gruppo, che facevano in media circa 2.700 passi al giorno. Ora, la nuova ricerca getta più luce su quali tipi di attività di camminata potrebbero conferire l’effetto protettivo che vediamo in questo tipo di analisi. Nello studio, Moore e il suo team hanno diviso i passi quotidiani in due diverse categorie:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Coloro che effettuavano passi compiuti sporadicamente in brevi scatti durante il giorno (come fare le scale, camminare verso un’auto o fare lavori in casa) rispetto a coloro che invece dedicavano periodi più lunghi e ininterrotti di attività di 10 minuti o più (che potrebbe includere esercizi programmati, come fare una passeggiata o andare in palestra). Sebbene sporadici scatti di deambulazione possano essere non pianificati, sembrano comunque contribuire in modo importante alla salute e alla longevità generali, e qualcosa di cui non dovremmo dimenticare, anche se si tratta di una forma di esercizio un po’ casuale e invisibile. Dopo essersi adattati per i passi fatti in periodi più lunghi, i ricercatori hanno scoperto che le donne che facevano più passi in brevi scatti vivevano più a lungo di quelle che facevano meno passi, indipendentemente da quanti passi facevano in periodi più lunghi, sebbene l’effetto si stabilizzasse dopo circa 4.500 di questi passi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Prima che fosse raggiunta la soglia del conteggio dei passi, tuttavia, gli effetti dei passi sporadici sembrano essere significativi, con ogni aumento iniziale di 1.000 passi sporadici al giorno associato a una diminuzione della mortalità di circa il 28% rispetto a nessun passo giornaliero durante il follow-up dello studio. Naturalmente, anche le sessioni di deambulazione ininterrotte sono importanti, con le donne che compiono oltre 2.000 passi giornalieri in queste sessioni di camminata più lunghe con circa il 32% in meno di probabilità di morire durante lo studio rispetto alle donne che non lo fanno. Vale la pena sottolineare che questi risultati, presentati la scorsa settimana in una conferenza organizzata dall’American Heart Association (AHA), non sono ancora stati sottoposti a revisione paritaria o pubblicati formalmente, quindi per ora dovremmo considerare le conclusioni come preliminari. Detto questo, i risultati confermano in gran parte qualcosa che già sapevamo:

Un numero maggiore di passi giornalieri è inversamente associato alla mortalità. La nuova conclusione qui è che non sembra davvero importare molto come vengono accumulati questi passaggi durante la giornata, il che è un’ottima notizia per le persone che, per qualsiasi motivo, trovano più difficile impegnarsi in sessioni di allenamento più lunghe. “Questo è solo uno studio, ma suggerisce che c’è molta flessibilità nel modo in cui le persone possono accumulare attività fisica durante il giorno”, ha spiegato Moore a Today. “Molte persone pensano sia indispensabile andare in palestra e fare lunghi periodi di esercizio continuo, ma puoi avere un fisico attivo anche senza andare in palestra. E questo è più fattibile per molte più persone, specialmente quelle come i partecipanti a questo studio che erano donne anziane. Gli anziani hanno molte barriere per fare esercizi più strutturati.risultati sono stati presentati all’Epidemiology, Prevention, Lifestyle & Cardiometabolic Health Conference 2021 dell’American Heart Association, tenutasi praticamente la scorsa settimana.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.