Olimpiadi, le nuove scarpe che stanno facendo molto discutere “sono un ingiusto “doping meccanico” con un effetto molla” dicono alcuni sportivi

I tre nuovi record mondiali stabiliti in questi Giochi olimpici sono già solo uno in meno dei totali finali di Pechino 2008 e Londra 2012:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Con più della metà del programma di atletica ancora rimanente, altri tre miglioramenti ai record mondiali renderebbero queste Olimpiadi con il maggior numero di nuovi record mondiali da Montreal 1976, quando ce n’erano nove”, afferma Simon Gleave, capo dell’analisi sportiva presso Nielsen Gracenote. La statunitense Sydney McLaughlin ha battuto il suo record mondiale vincendo i 400 ostacoli femminili mercoledì, 24 ore dopo che il norvegese Karsten Warholm ha fatto lo stesso per conquistare l’oro nei 400 ostacoli maschili. Anche Rai Benjamin e Dalilah Muhammad, arrivati ​​secondi rispettivamente nella gara maschile e femminile, hanno battuto i vecchi record. Cinque delle finaliste dei 400 m ostacoli femminili hanno ottenuto dei record personali. La campionessa di doppio sprint Elaine Thompson-Herah ha stabilito un record olimpico nei 100 metri e ha corso il secondo miglior tempo della storia nei 200 metri, mentre la venezuelana Yulimar Rojas ha stabilito un record mondiale vincendo l’oro olimpico nel salto triplo. E’ in questo contesto che un nuovo modello di scarpe utilizzato da alcuni degli atleti sta facendo molto discutere:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Molti degli sportivi coinvolti hanno infatti indossato scarpe superleggere contenenti una piastra rigida e una schiuma unica che conferiscono una reazione propulsiva ad ogni falcata. I critici affermano che le scarpe, chiamate Vaporfly Games e sviluppate per la prima volta da Nike, sono l’equivalente del “doping meccanico“. Nello specifico, queste nuove e tanto discusse scarpe sarebbero capaci di causareun vero e proprio “effetto molla” dovuto alla lamina ricurva in fibra di carbonio che ne fa parte e gli altri materiali in PEBA (polietere a blocchi di ammide), TPU (poliuretano termoplastico) e varie altre miscele sono più leggere, più comprimibili . I sostenitori li salutano come un’avanzata rivoluzionaria dopo decenni di stagnazione. “Sembra esserci un’accettazione ora che la nuova generazione di scarpe faccia parte dello sport che va avanti”, afferma Geoff Burns, un ricercatore di biomeccanica e prestazioni sportive ed esperto nella tecnologia delle scarpe da corsa. Ma dopo aver vinto l’oro martedì, Warholm ha criticato le scarpe Nike del secondo classificato Benjamin e ha detto che stava lavorando con Puma e il team Mercedes F1 sulla sua scarpa. “Aveva quelle cose nelle sue scarpe, che odio“, ha aggiunto Warholm. “Non vedo perché dovresti mettere qualcosa sotto una scarpa da sprint. Penso che tolga credibilità al nostro sport”. Parlando alla BBC One, il quattro volte medaglia d’oro olimpica Michael Johnson ha detto di dubitare che le “super scarpe” abbiano dato un vantaggio ingiusto. “Ho sentito Usain Bolt dire l’altro giorno se le scarpe iniziano a diventare troppo veloci, è davvero ingiusto“, ha detto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Avrei un problema se l’attrezzatura iniziasse a rendere gli atleti più veloci di quanto non siano in realtà. Non vogliamo vederlo”. I progettisti della pista dello Stadio Olimpico hanno aggiunto granuli di gomma alla pista da 14 mm, mentre lo strato inferiore ha un design esagonale che lascia piccole sacche d’aria. Andrea Vallauri, track designer, ha detto al Guardian che le scarpe forniscono un “assorbimento degli urti e un certo ritorno di energia; allo stesso tempo un effetto trampolino“. “Abbiamo migliorato questa combinazione ed è per questo che stiamo vedendo che la pista ha migliorato le prestazioni”, ha aggiunto. Ha detto che la superficie ha dato un vantaggio di prestazione dell’1-2% agli atleti, rendendolo il più veloce della storia. Del curioso e delicato caso ne ha parlato anche il Wall Street Journal con un video diffuso su YouTube:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.