Clima extraterrestre: come sono le nuvole degli esopianeti? Un team di ricerca è riuscito ad osservarle. Ecco cosa ha scoperto

Grazie a una combinazione di osservazioni da telescopi sia terrestri che orbitali, un team di scienziati ha ottenuto il suo sguardo più ravvicinato sul lontano esopianeta WASP-127b:

rappresentazione artistica del pianeta – foto embedd: wikipedia.org

Non solo gli scienziati sono stati in grado di determinare la composizione chimica dell’atmosfera dell’esopianeta, ma sono anche riusciti a studiare le sue nuvole a un livello di dettaglio senza precedenti, secondo una ricerca presentata all’Europlanet Science Congress 2021 in corso dal ricercatore dell’Università di Montreal Romain Allart. È impressionante di per sé, ma Allart ha affermato in un comunicato stampa di Europlanet che le tecniche che hanno sviluppato ora possono aiutare gli scienziati a dare un’occhiata migliore e raccogliere nuovi dati su altri esopianeti che sono ancora più lontani:

- Prosegue dopo la pubblicità -

WASP-127b – lo stesso esopianeta che il rapper Lil Uzi Vert una volta sosteneva di voler provocatoriamente acquistare – è quello che viene chiamato un mondo “caldo”, o un esopianeta con all’incirca la stessa massa del gigante gassoso Saturno, ma che orbita molto più vicino al suo ospite stella di Saturno. Nella nuova ricerca, che ha combinato i dati del telescopio spaziale Hubble e dello spettrografo ESPRESSO del Very Large Telescope dell’Osservatorio europeo meridionale, i ricercatori hanno determinato che l’atmosfera dell’esopianeta contiene livelli inaspettati di sodio e vapore acqueo, entrambi persistenti ad altitudini insolitamente basse. Sotto uno strato di nuvole. I ricercatori sono stati anche in grado di misurare la pressione atmosferica e l’altitudine delle nuvole, sebbene le nuvole di altri pianeti rimangano ancora avvolte nel mistero.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Non conosciamo ancora la composizione delle nuvole, tranne per il fatto che non sono composte da goccioline d’acqua come sulla Terra“, ha detto Allart nel comunicato stampa. “Siamo anche perplessi sul motivo per cui il sodio si trova in un luogo inaspettato su questo pianeta. Studi futuri ci aiuteranno a capire non solo di più sulla struttura atmosferica, ma anche su WASP-127b, che si sta rivelando un luogo affascinante”. Come rilevare esopianeti con il proprio telescopio? Alcuni libri molto interessanti in vendita online su Amazon:


Clicca qui per visualizzare il prodotto su Amazon -> https://amzn.to/3lW6O1v

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Clicca qui per visualizzare il prodotto su Amazon -> https://amzn.to/3lXgZTt

- Prosegue dopo la pubblicità -

Clicca qui per visualizzare il prodotto su Amazon -> https://amzn.to/3EOfPST

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.