Tutto ciò che c’è da sapere sulle piume

Se trovi una piuma per terra,la prima cosa che ti viene in mente è che proviene da un uccello! Attualmente, gli uccelli sono le uniche creature esistenti che hanno piume. Ma se riportassi una macchina del tempo nel Giurassico e trovassi una piuma, potrebbe provenire da un dinosauro, non uccello. I fossili mostrano chiaramente che alcuni dinosauri avevano piume che non usavano per volare, molto prima che alcuni di loro si evolvessero in uccelli. Alcune di queste piume sono state conservate nell’antica ambra.

Allora a cosa servivano le prime piume? Le piume potrebbero essersi evolute per l’isolamento, la protezione solare, la difesa, la comunicazione, il camuffamento o anche una combinazione di tutte queste cose. Qualunque sia la ragione, la maggior parte dei biologi evoluzionisti crede che le piume siano venute prima e il volo piumato sia venuto dopo. Dopo quel famigerato impatto di un asteroide di 66 milioni di anni fa abbiamo detto addio ai dinosauri, ma gli antenati delle circa 10.000 specie di uccelli nel mondo sono sopravvissuti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le piume sono fatte di cheratina, come le nostre unghie e i nostri capelli. Si nutrono delle sostanze nutritive del sangue e quando raggiungono la maturità muoiono e diventano inerti, e gli uccelli perdono e ricrescono nuove penne. Se la piuma che trovi è logora e a brandelli, è vecchia. Un uccello appena nato avrà piume più sciolte e più fragili. Alcune piume possono mostrare barre di stress: linee sottili e traslucide lungo la larghezza delle piume dove sono deboli. Questi possono dirti che mentre la piuma cresceva, l’uccello soffriva di cattiva alimentazione o malattia o sopravvisse a un attacco di predatore.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Potrebbe anche essere possibile indovinare il sesso. I maschi hanno spesso piume dai colori vivaci. Le femmine tendono ad essere scialbe. Raramente, una piuma può avere un odore caratteristico.  Le penne remiganti primarie sono quelle 10 o giù di lì situate sull’ala che spingono l’uccello in aria. Sono lunghe (la maggior parte), forti e concave. Verso la parte anteriore, l’aletta anteriore è piuttosto stretta e mentre ci si sposta indietro lungo quelle 10 penne remiganti l’aletta posteriore diventa sempre più piccola rispetto all’aletta anteriore.Una grande piuma potrebbe anche essere una piuma della coda. La maggior parte degli uccelli ha 12 penne della coda e si potrebbe definire la posizione approssimativa in base alla relazione tra le alette. I rampicanti e i picchi marroni hanno penne della coda molto rigide. Li usano quasi come una terza gamba per appoggiarsi ai tronchi degli alberi.

Fonte: baynature.org

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.