Acido gallico: antitumorale, antimicrobico, potente antiossidante, tutto ciò che c’è da sapere

L’acido gallico è un acido fenolico che si trova nelle piante. Ha potenti proprietà antiossidanti e tanti benefici per la nostra salute. Anche se è conosciuto da secoli, solo da poco è diventato più utilizzato nel campo sanitario. Ma cos’è l’acido gallico?
L’acido gallico (conosciuto anche come acido triidrossibenzoico) è un antiossidante e acido fenolico presente nella maggior parte delle piante in quantità variabili. Nei secoli scorsi è stato utilizzato come componente principale dell’inchiostro ferrogallico, diffusissimo in Europa. Oggi sono sempre più affermati i suoi benefici per la salute. L’acido gallico si trova in particolare nelle cortecce di alcuni alberi in particolare in quella della quercia della Boswellia dalzielii. In quali alimenti comuni possiamo trovarlo?

-fragola
-uva
-Banana
-mirtillo
-Mela
-noce
-anacardi
-nocciola
-vino rosso
-tè verde
-avocado
-ribes nero
-guaiava
-Mango
-gelso
-Melograno

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche se servono ulteriori ricerche per confermare i potenziali benefici dell’acido gallico, studi molto recenti suggeriscono che ha delle proprietà antimicrobiche, anti-obesità e antiossidanti che potrebbero migliorare il cancro e la salute del cervello.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Proprietà antimicrobiche
Può quindi aiutare il sistema immunitario ad agire come difesa naturale contro infezioni microbiche. Uno studio ha sviluppato un innovativo trattamento antimicrobico potenziato dalla luce esponendo l’acido gallico alla luce ultravioletta-C (UV-C). Il sole emette questo tipo di luce ultravioletta invisibile ed è comunemente usato come disinfettante. L’attività antimicrobica risultante è stata significativa. In effetti, gli autori hanno suggerito che l’acido gallico esposto alla luce UV-C ha un potenziale come nuovo trattamento antimicrobico nel sistema alimentare. Un altro studio ha scoperto che l’acido gallico ha migliorato la durata di conservazione dei tartufi neri freschi. Lo ha fatto combattendo un contaminante batterico noto come Pseudomonas. Altri studi hanno scoperto che l’acido gallico combatte altri patogeni di origine alimentare come Campylobacter , Escherichia coli , Listeria monocytogenes e Staphylococcus aureus , nonché un batterio presente nella bocca chiamato Streptococcus mutans .

Può avere proprietà anti-obesità
In particolare è stato scoperto che sembra proteggere dall’infiammazione e dallo stress ossidativo che possono verificarsi tra le persone con obesità. Sembra che riduca l’accumulo eccessivo di grasso negli individui con obesità sopprimendo la lipogenesi. La lipogenesi è la sintesi del grasso da composti come gli zuccheri all’interno del corpo. Il composto può anche migliorare la segnalazione dell’insulina e ridurre lo stress ossidativo e l’infiammazione. In uno studio più vecchio, ad adulti giapponesi in sovrappeso è stato somministrato un estratto di tè nero cinese ricco di acido gallico, ricevendo una dose giornaliera di 333 mg per 12 settimane. Il trattamento ha ridotto significativamente la circonferenza della vita media, l’indice di massa corporea e il grasso della pancia. Ci sono però studi contrastanti sull’argomento, infatti altri studi più vecchi non hanno riscontrato alcun beneficio legato all’obesità, mentre altri hanno dimostrato esattamente il contrario. Sono necessarie ulteriori ricerche sui potenziali benefici dell’acido gallico sull’obesità e sulle relative complicazioni di salute.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Può avere proprietà antiossidanti
L’acido gallico è un potente antiossidante . Aiuta a combattere lo stress ossidativo che altrimenti può danneggiare le cellule e portare a numerose malattie croniche. Questo potrebbe essere alla base dei suoi benefici antitumorali e proprietà neuroprotettive, che sono legate alla capacità di proteggere la struttura del cervello. Uno studio di laboratorio ha scoperto che mentre la buccia di mango ha le sue proprietà antiossidanti e antitumorali, il suo contenuto di acido gallico è responsabile di qualsiasi attività antiproliferativa. Ciò significa che l’acido gallico ha una capacità unica di aiutare a prevenire la crescita e la diffusione delle cellule tumorali. Un altro studio di laboratorio ha posizionato uno strato di acido gallico sopra una superficie di nanoparticelle γ-AlOOH, o particelle microscopiche di un minerale contenente alluminio con proprietà antiossidanti. Questo è stato trovato per aumentare il potere antiossidante delle nanoparticelle. Alcune ricerche suggeriscono che l’acido gallico aiuta a proteggere dal declino della funzione cerebrale riducendo l’infiammazione e il danno ossidativo. Può anche aiutare a proteggere dall’ictus.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Uno studio sugli animali ha persino suggerito che l’acido gallico può avere un effetto protettivo sulla memoria a seguito di una lesione cerebrale traumatica. Ciò potrebbe essere dovuto alla sua attività antiossidante e antinfiammatoria. Gli effetti neuroprotettivi dell’acido gallico sono stati osservati anche in uno studio sugli animali. Questo studio ha esaminato alcune sostanze che si ritiene proteggano dalla neurodegenerazione cerebrale tra le persone con diabete. Nonostante questi risultati promettenti, sono necessari ulteriori studi sull’uomo per comprendere meglio come le proprietà antiossidanti dell’acido gallico possono giovare alla salute umana.

Svantaggi e sicurezza
Lo svantaggio più evidente dell’acido gallico è la mancanza di ricerca umana dietro il suo uso. L’acido gallico viene consumato al meglio attraverso fonti alimentari naturali, soprattutto considerando la mancanza di integratori approvati e ben studiati sul mercato. Detto questo, uno studio sugli animali datato ha concluso che l’acido gallico non è tossico fino a una dose di 2,3 grammi per libbra (5 grammi per kg) di peso corporeo se assunto per via orale. Un altro studio sugli animali ha scoperto che l’acido gallico somministrato in dosi di 0,4 mg per libbra (0,9 grammi per kg) di peso corporeo al giorno per 28 giorni non mostrava segni di tossicità nei topi. In definitiva, sono necessari ulteriori studi per determinare i migliori usi e dosaggi per l’uomo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se sei interessato ai potenziali benefici dell’acido gallico, concentrati sulle fonti alimentari naturali fino a quando non saranno state condotte ulteriori ricerche sugli integratori di acido gallico. Per aggiungere più acido gallico naturale alla tua dieta, aggiungi semplicemente una varietà di noci e bacche al tuo regime di spuntini quotidiani. Puoi anche considerare di gustare una tazza di tè verde a colazione.

Fonte: healthline.com

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.