Una felce preistorica nella Reggia di Caserta: sopravvissuta ai dinosauri, oggi reintrodotta nel Bagno di Venere – FOTO e VIDEO

Una “vecchia conoscenza” torna ad arricchire il vasto patrimonio botanico della Reggia di Caserta dove, nel mese di marzo del 2022, una felce appartenente ad una specie origini preistoriche – ritenuta sostanzialmente un “fossile vivente” – è stata reintrodotta nel giardino inglese Bagno di Venere (dal nome della statua scolpita nel 1762 da Tommaso Solari):

- Prosegue dopo la pubblicità -

Parliamo della Woodwardia radicans, una specie di felce della famiglia delle Blechnaceae, che si trova principalmente in Macaronesia e nell’Europa sud-occidentale, ma si trova anche nell’Italia meridionale e sull’isola di Creta. Questa specie, di origini antichissime, è sopravvissuta anche ai dinosauri. Come riportato anche in uno studio scientifico pubblicato online sulla piattaforma Research Gate, infatti, i risultati filogenetici confermano che le specie di Woodwardia si siano inizialmente discostate nel Paleogene (epoca subito successiva al Cretaceo, prima del blocco Cenozoico che ha succeduto al Mesozoico). Dopo la sua origine in America, una maggiore diversificazione ed espansione di Woodwardia si è verificata nell’Eurasia orientale, con l’arrivo in Europa di Woodwardia radicans durante il Miocene medio. Rispetto ai rapporti precedenti, una nuova migrazione in Nord America attraverso il ponte terrestre di Bering appare coerente con questi dati:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Crescendo fino a 1,8 metri (6 piedi) di altezza per 2 m (7 piedi) di larghezza, è sempreverde con fronde arcuate. I padiglioni auricolari hanno segmenti curvi e finemente dentati. La pianta trae il suo nome comune dai sori legati sulla parte inferiore delle fronde. L’epiteto specifico radicans significa “con fusti che mettono radici“, riferendosi a piantine radicanti che compaiono all’estremità delle fronde. Questa pianta è coltivata come ornamentale e nel Regno Unito ha ottenuto il premio Garden Merit della Royal Horticultural Society. A differenza del suo cugino più resistente Woodwardia unigemmata, è soggetta a danni da gelo e richiede protezione nelle zone più fredde. Nel giardino del Bagno di Venere – arricchito da sempre da un laghetto – sono presenti anche allori, lecci ed esemplari monumentali di Taxus baccata. A tal proposito, riportiamo qui sotto i link ad alcuni video relativi alla piantumazione nella Reggia di Caserta:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un altro video diffuso online:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per saperne di più su questa pianta:

https://it.wikipedia.org/wiki/Woodwardia_radicans

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.researchgate.net/publication/268751218_Phylogeographic_history_of_the_woodwardioid_ferns_including_species_from_Himalaya

https://es.wikipedia.org/wiki/Woodwardia

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per saperne di più sulla Reggia di Caserta: https://reggiadicaserta.cultura.gov.it/

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.