Come si creano i pianeti rocciosi? Il segreto nella collisione tra detriti spaziali

nasa.gov

I grandi frantumi tra corpi rocciosi hanno plasmato il nostro sistema solare sono nel mirino della NASA che, attraverso un breve articolo pubblicato online, conferma le osservazioni di un incidente spaziale:

NASA

Analizzare in maniera specifica questi fenomeni, secondo l’agenzia spaziale statunitense, potrebbe fornire agli scienziati indizi utili su quanto siano frequenti questi eventi attorno ad altre stelle. La maggior parte dei pianeti rocciosi e dei satelliti nel nostro sistema solare, tra cui la Terra e la Luna, si sarebbero formati o modellati attraverso massicce collisioni all’inizio della storia del sistema solare. Distruggendosi insieme, i corpi rocciosi possono accumulare più materiale, aumentando di dimensioni, oppure possono rompersi in più corpi più piccoli.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gli astronomi che utilizzano il telescopio spaziale Spitzer della NASA, ora in pensione,  hanno trovato in passato  prove  di questo tipo di collisioni attorno a giovani stelle dove si stanno formando pianeti rocciosi. Ma quelle osservazioni non hanno fornito molti dettagli sugli smashup, come le dimensioni degli oggetti coinvolti. Questa illustrazione mostra il risultato di una collisione tra due grandi corpi delle dimensioni di un asteroide: una massiccia nuvola di detriti attorno a una giovane stella. Lo Spitzer della NASA ha visto una nuvola di detriti bloccare la stella HD 166191, fornendo agli scienziati dettagli sull’incidente avvenuto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: https://www.nasa.gov/image-feature/smash-up-how-to-create-rocky-planets

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.
Share via
error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.
Send this to a friend