Cinque modi semplici e veloci per migliorare il tuo senso dell’olfatto

La maggior parte di ciò che annusiamo è involontario: abbiamo poco controllo sull’odore della spazzatura nelle strade o sull’odore dei popcorn in un cinema. Ma cosa accadrebbe se potessimo allenare il nostro naso a individuare i profumi di proposito? E se potessimo raccontare il “bouquet” di qualsiasi vino del mondo o cogliere tutte le note di qualsiasi profumo della terra solo con la forza delle nostre narici?

Il naso, si scopre, è immensamente allenabile. Anche la defunta Helen Keller, che non poteva né vedere né sentire, aveva sviluppato il suo senso dell’olfatto a tal punto da poter dire se la persona in piedi accanto a lei era un falegname, un artista, un muratore o un chimico! 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il ciclo dell’olfatto

Quando sentiamo l’odore di qualcosa – diciamo, una crepe al burro – ciò che riceviamo sono le molecole di odore del burro, della farina e del ripieno che fluttuano nell’aria. Queste molecole raggiungono le narici e si dissolvono nel muco sul tetto di ciascuna narice. Sotto il muco c’è una guaina dell’epitelio olfattivo che contiene cellule recettoriali specializzate chiamate recettori olfattivi, che rilevano l’odore. Questi recettori hanno la capacità di rilevare migliaia di odori diversi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I recettori olfattivi trasmettono quindi i segnali olfattivi ai bulbi olfattivi, che si trovano nella parte posteriore del naso. I bulbi olfattivi trasferiscono questi segnali di odore a varie parti del cervello come la corteccia piriforme, il talamo, l’amigdala e l’ippocampo. Questi centri cerebrali percepiscono gli odori e accedono ai ricordi per ricordarci le persone, i luoghi o gli eventi che associamo a quegli odori per determinare se ti piace o meno l’odore.

Pensalo come i mattoncini Lego: ci sono dei recessi (in questo caso, i recettori dell’olfatto). I nuovi pezzi (molecole di odore) entrano e scattano in posizione per creare un odore che il cervello può percepire. Il tuo cervello passa quindi attraverso l’intero catalogo di ricordi: quindi se da bambino hai avuto un incidente infelice in un cinema, potresti odiare l’odore dei popcorn. O se alcuni dei tuoi ricordi più felici hanno a che fare con viaggi su strada o vestiti appena lavati a secco, potresti amare l’odore della benzina.

- Prosegue dopo la pubblicità -

5 semplici modi per migliorare il tuo senso dell’olfatto

Il cibo avrebbe un sapore insipido se non potessimo annusarlo. La triste verità è che il nostro senso dell’olfatto e del gusto diminuisce con l’età. La buona notizia: ci sono modi per contrastare questo in una certa misura. Ecco cinque modi supportati dalla scienza in cui puoi provare a migliorare il tuo senso dell’olfatto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

1. Annusa cose diverse

Più usi i tuoi sensi, meglio diventano. Avvicinarsi alla fonte rende più facile per il naso percepire l’odore. Per saperne di più sui profumi, annusa le cose aromatiche intorno a te: erbe aromatiche, tè, caffè, cioccolato, olio d’oliva, mango ammucchiati in un negozio di alimentari.

Prova questo: la prossima volta che bevi whisky o se stai per addentare il formaggio, prenditi del tempo per respirare davvero l’odore prima di consumarlo. Ti promettiamo che avrà un sapore più delizioso, oltre a rendere più acuto il tuo senso dell’olfatto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

2. Annusa un po’ di più

Gli studi hanno dimostrato che annusare per un po’ più a lungo può intensificare la capacità di elaborazione delle informazioni del cervello e aiutare a riconoscere gli odori. Inoltre, quando annusi per un tempo più lungo, tendi ad inalare più molecole di odore, il che può aiutare a ottenere una migliore percezione dell’odore.

3. Costruisci il tuo QI sul profumo

Ci vogliono anni di formazione per diventare un maestro sommelier, profumiere o scegliere foglie profumate a un’asta di tè a Calcutta. Ma chiunque può migliorare il proprio “QI olfattivo” semplicemente annusando l’ambiente circostante.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La ricerca condotta presso la Clinica dell’olfatto e del gusto dell’Università di Dresda in Germania ha scoperto che una persona può migliorare i propri bulbi olfattivi con l’allenamento. I ricercatori hanno aggiunto che le persone con un senso dell’olfatto medio possono aumentare le dimensioni dei loro bulbi olfattivi provando quattro aromi, due volte al giorno, per circa 30 secondi ciascuno.

Prova questo: inizia semplicemente scegliendo quattro odori che ti piacciono, come caffè fresco, banana, sapone o shampoo e formaggio. Quindi, ogni giorno, prenditi due minuti per esaminarli e annusarli individualmente per stimolare i recettori all’interno del naso. Prova a ripetere questo almeno quattro volte al giorno per una settimana e poi passa ad altri odori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

4. Integra il tuo potere di annusare

La perdita parziale o completa dell’olfatto può essere un sintomo di carenza di vitamina B12. Mangia pesce, carne, uova e latticini come formaggio, latte e yogurt per fare il pieno di vitamina B12. Non dimenticare di annusare questi cibi prima di mangiarli.

5. Smetti di fumare

Secondo il dottor Andrew Spielman, professore di scienze di base e biologia craniofacciale presso il NYU College of Dentistry, negli Stati Uniti, i fumatori non possono apprezzare il gusto di molti cibi così intensamente come facevano prima di iniziare a fumare perché il fumo distrugge il loro senso dell’olfatto, che alla fine esaurisce la loro capacità di gusto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Link video:

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.